Giardino: i lavori da fare a dicembre

Il giardino va curato ogni giorno e necessita di mille attenzioni. Ogni periodo dell’anno ha le sue peculiarità, scopriamo i lavori da fare a dicembre.
  • Annaffiate leggermente i sempreverdi messi a dimora negli ultimi 12 mesi, se non piove per un mese.
  • Terminate la raccolta di foglie e detriti vari che cadono a terra sporcando pavimenti e vialetti e riempiendo le aiuole.
  • Durante e dopo le nevicate scrollate con delicatezza i rami di alberi e arbusti per evitare che si spezzino sotto il peso della bianca coltre o assumano forme sgradevoli.
  • Se qualche albero o arbusto è preda di un’infezione fungina, nella prima decade del mese, in una giornata soleggiata, irrorate il legno delle piante spoglie con ossicloruro di rame (ammesso in agricoltura biologica); il trattamento è da ripetere in febbraio. Trattate invece con olio minerale (olio bianco) quelli attaccati da parassiti (cocciniglie di vario tipo…).
  • Iniziate le potature delle caducifoglie: vanno eliminati i rami secchi o malati, e comunque anche quelli che costituiscono un intralcio o un pericolo. Rifinite anche i rami spezzati dalla neve, prima che nei frammenti di legno si insedino muffe nocive.
  • Ricordatevi di disinfettare le lame dell’attrezzo da potatura, passando da un arbusto o albero all’altro, per evitare di propagare involontariamente eventuali infezioni fungine.
  • Se avete lasciato mucchietti di rami e foglie, per lo svernamento della piccola fauna, non smuoveteli per non disturbare gli animaletti in letargo. Eseguite la potatura di siepi e cespugli verso mezzogiorno, per dare tempo agli uccellini di tornarvi entro sera.
  • Pacciamate il piede di alberi, arbusti e rampicanti piantati in autunno, per proteggerli dal gelo.
  • Tagliate a pochi centimetri da terra gli astri perenni, l’elenio, le belle di notte e i crisantemi, e pacciamate con foglie la base delle piante.
  • Non piantate nuovi alberi e arbusti quando il terreno è gelato o inzuppato di pioggia: rovinereste il suolo e le piante difficilmente attecchirebbero.
  • Solo nel Sud, effettuate ancora le piantagioni di piante legnose.

Lavori in giardino: il roseto

  • Man mano che cade il fogliame, raccoglietelo con cura e smaltitelo tra i rifiuti organici: ridurrete le infezioni di macchia nera e oidio, nonché le infestazioni di afidi e tentredini la primavera prossima.
  • Non fatevi tentare dagli ultimi boccioli: se li tagliate pensando di farli aprire in casa nell’acqua, avrete un’amara sorpresa. I petali si seccheranno senza aprirsi ma incartapecorendosi, oppure daranno un timido accenno d’apertura e poi cadranno. Meglio godersi i bocci “pietrificati” sulle piante fino a gennaio-febbraio!
  • Non eseguite ancora la potatura, che avverrà a fine gennaio-inizio febbraio. Limitatevi però a tagliare le bacche già avvizzite dei rosai botanici, sui quali in genere non si compie una potatura vera e propria.

Lavori in giardino: il prato

  • In tutta Italia, finché non gela, asportate tempestivamente le foglie cadute prima che marciscano rovinando l’erba.
  • Se gli steli ghiacciano, non camminate sul manto erboso: li spezzereste, rovinando l’erba per la primavera e creando una porta d’ingresso per le malattie fungine.
  • Controllate il magazzino prodotti: accertatevi di avere una sufficiente quantità di concime azotato per tappeto erboso, che vi servirà per la distribuzione di febbraio. Se avete problemi d’infestazione di muschio, tenete a portata di mano un prodotto antimuschio, da distribuire anch’esso fra due mesi.

Lavori in giardino: il laghetto

  • Se ghiaccia, rimuovete temporaneamente gli oggetti galleggianti: bidoni vuoti e tappati, bottiglie vuote e tappate, grossi pezzi di polistirolo, palloni ecc. collegati a riva mediante una corda robusta. La rimozione temporanea serve a dare ossigeno a pesci e piante se c’è uno strato gelato.
  • Non battete sul ghiaccio per romperlo se avete i pesci, perché le vibrazioni li disturbano molto. Piuttosto, in un angolo a riva, versate lentamente una pentola d’acqua bollente.

Lavori in giardino: in montagna

  • In giardino, osservate le chiome dei pini: in questo periodo è facile vedere i grossi nidi bianchi e cotonosi delle processionarie. Eliminateli subito tagliando la parte di ramo ove sono insediati e bruciandola senza lasciare residui.
  • Potate, in giornate tiepide e asciutte, alberi e arbusti che hanno perso le foglie.
  • Se dovesse nevicare sulle sempreverdi o su piante ancora in foglia, scuotete subito la neve, troppo pesante in questo periodo e pericolosa per l’integrità dei rami.
  • Controllate le piante ricoverate in cantine, soffitte e stanze fresche, eliminando le foglie secche e incominciando a potare i rami secchi o malati. Accertatevi che non vi siano malattie fungine o parassiti.
  • Controllate anche i bulbi, tuberi ecc. estratti dal terreno e conservati in cassette in cantina: ora devono essere perfettamente asciutti e privi di marciumi o muffe. Togliete dalle cassette le tuniche esterne secche, nonché eventuali residui di vegetazione secca.
  • Fornite un goccio d’acqua alle piante in vaso protette e a riposo, giusto perché non si essicchi il terriccio.
  • Verificate che il locale dove conservate le piante succulente non vada sotto lo zero: eventualmente accendete un termoventilatore munito di timer nelle ore serali.
  • Fate ordine nell’armadietto dei fitofarmaci, controllando cosa avete e in che quantità, e segnandovi ciò che manca o sta finendo, da ricomprare la primavera prossima.
  • Eseguite lo stesso controllo sui sacchi di terriccio e di concime: in marzo saprete già cosa dovrete acquistare e cosa invece non vi serve ancora.

Lavori in giardino: al mare

  • Durante le giornate tiepide, nelle ore centrali, potate arbusti e rampicanti a fioritura estiva che hanno bisogno di una regolata.
  • Approfittate della potatura, che libera tralicci e pergolati, per controllarne la stabilità, soprattutto in relazione al forte vento di tramontana.
  • Controllate e rinforzate le protezioni allestite a novembre contro il freddo e i venti salsi; completate il trasporto dei vasi con le specie più delicate in posizioni riparate; rinforzate tutori e legacci delle rampicanti dopo intensi colpi di vento.
  • Spostate tutte le piante di agrumi in vaso (tranne il kumquat) verso un muro riparato ed esposto a sud.
  • Premunitevi di teli di non tessuto o plastica a bolle: se anche in riva al mare dovesse nevicare o essere molto freddo dovete essere pronti a coprire le piante delicate che vivono in piena terra in giardino. Levate le protezioni appena il gelo è passato.
  • Nei giorni più tiepidi, mettete a dimora alberi, arbusti e perenni per la prossima stagione.
  • Se non piove a sufficienza, fornite un goccio d’acqua ad alberi, arbusti e perenni appena piantati.
  • Se non l’avete fatto all’impianto, create attorno ad alberi e arbusti giovani una conca di 1 m di diametro per trattenere l’acqua d’irrigazione e piovana.
  • Continuate la pulizia del giardino, in special modo per le piante decidue che hanno perso il fogliame durante tutto l’autunno.
  • Eliminate le erbe infestanti che potrebbero ancora svilupparsi se le temperature rimangono miti.
  • Sistemate a dimora le erbacee destinate a fiorire la prossima primavera, come primule, iberis, alisso, ciclamini, cinerarie, violacciocche, viole del pensiero, Dianthus ecc.
  • All’inizio di dicembre distribuite il concime granulare a lenta cessione o organico, annaffiando leggermente dopo l’apporto.

Lavori in giardino: cosa fare in cantina o nel magazzino

  • Se avete (o prevedete di avere) molti ramoscelli residuo di potatura, procedete con la trasformazione in chippato con il biotrituratore, altrimenti mandate l’apparecchio a riposo ripulendolo dai residui.
  • Accertatevi, in vista del gelo imminente, di aver chiuso i rubinetti dell’impianto d’irrigazione e svuotato i tubi, se non li avete già ritirati: meglio perdere 5 minuti che dover rifare le tubazioni spaccate dal ghiaccio per una trascuratezza!
  • Se non lo avete già fatto, ripulite e riponete al chiuso tutti gli attrezzi manuali e a motore che non utilizzerete durante l’inverno. Fate lo stesso con vasi, sottovasi, portavasi ecc. svuotandoli, lavandoli bene, lasciandoli asciugare e riponendoli impilati in ordine.
  • Rigirate il compost, se non lo avete già fatto il mese scorso, eventualmente aggiungendo un prodotto acceleratore di compostaggio, che aiuta il processo nel periodo freddo.

Arredo giardino: cercare nuovi arredi outdoor

  • Anche nel Sud Italia ripulite e smontate gli arredi da esterno che non utilizzerete durante l’inverno, coprendoli e riponendoli al chiuso, oppure avvolgendoli bene con le apposite coperture, fermate con elastici e pietre nel caso debbano rimanere all’esterno.
  • Nelle giornate serene fate manutenzione sulle strutture fisse in legno (grigliati, pergole, assi della ringhiera del balcone ecc.). Scrostateli con la carta vetrata o l’apposita macchina smerigliatrice e passateli con due mani di impregnante per legno.
  • Programmate i lavori per opere strutturali: pavimentazioni, barbecue, muretti, impianti d’irrigazione interrati ecc. vanno messi in opera tra novembre e febbraio, quando il giardino è completamente fermo e i danni sono minori.
  • Sfogliate cataloghi e visionate i siti internet delle aziende alla ricerca dei pezzi d’arredo che vi interessano. Lo shopping on line è facile e soprattutto “risparmioso”: le grandi aziende ora propongono prezzi stracciati, in vista del rinnovo delle collezioni per l’anno prossimo, e potreste trovare il mobile che desideravate da mesi a una cifra accessibile.
  • Non disdegnate nemmeno i siti di oggetti “di seconda mano”, come e-Bay: a volte si tratta di elementi nuovi che un privato non ha mai utilizzato, altre volte sono esito di fallimenti (a prezzi minimi), o offerte di piccole aziende che preferiscono vendere solo via internet, o anche di piccoli rivenditori con un mercato circoscritto che vogliono liberare il magazzino per la stagione ventura.
  • Fate anche un giro negli outlet di arredo outdoor, preferibilmente monomarca: troverete le occasioni, ultimi pezzi della stagione precedente, a prezzo di saldo. Anche nei garden e brico center con settore arredo è possibile trovare svendite a prezzi ottimi. Idem anche per gli shop online delle grandi aziende, che devono liberare i magazzini.

Per approfondire

IL GIARDINO D’ACQUA MESE PER MESE
Laghetti, stagni, fontane e cascate per tutti i giardini
1170 - Ultima modifica: 2018-11-14T16:06:44+00:00 da Claudia Notari
PRATI ORNAMENTALI
Progettazione, realizzazione e manutenzione dei tappeti erbosi
1169 - Ultima modifica: 2018-11-14T16:05:50+00:00 da Claudia Notari
I CONSIGLI DEL GIARDINIERE
Una risposta a tutti i problemi del verde
1168 - Ultima modifica: 2018-11-14T16:04:42+00:00 da Claudia Notari
LA POTATURA
Piante da frutto, vite e olivo nel frutteto e in giardino
1167 - Ultima modifica: 2018-11-14T15:55:33+00:00 da Claudia Notari
1158 - Ultima modifica: 2018-11-14T14:57:57+00:00 da Claudia Notari
Giardino: i lavori da fare a dicembre - Ultima modifica: 2018-11-14T16:07:56+00:00 da Claudia Notari