Prezzemolo, ricchissimo di vitamina C

Il prezzemolo ha grandi qualità terapeutiche. Ecco tutti i consigli utili per la fitoterapia

Il prezzemolo è un potentissimo scrigno di virtù, che lo rendono meritevole di essere aggiunto a ogni piatto in cucina e, per un’azione più potente, di utilizzarlo come fitoterapico.

Prezzemolo, benefici e controindicazioni

Innanzitutto contiene minerali: ricco del diuretico potassio (670 mg/hg) e di calcio (220 mg) mattone osseo, è anche antianemico per l'elevato contenuto in ferro (4,2 mg/hg), ed è interessante la presenza di iodio e manganese.

Poi ha tante vitamine: i 943 mcg/hg di vitamina A lo rendono utilissimo per l'integrità dei vasi sanguigni, la salute degli occhi e la bellezza della pelle (bastano 5 g al giorno di prezzemolo fresco). Con 162 mg/hg di vitamina C, batte gli agrumi nel prevenire le malattie da raffreddamento.

Quindi c’è il potente olio essenziale a base di apiolo, che favorisce la circolazione sanguigna, pinene e miristicina. L'essenza agisce sull'apparato digerente come disinfettante, stimolante dei succhi gastrici e calmante degli spasmi gastrointestinali. Ha anche effetto sedativo sul sistema nervoso, ed espettorante su gola e bronchi.

Infine sono presenti i tannini, sostanze astringenti con proprietà aperitive, digestive e battericide, che favoriscono l'azione dell'olio essenziale.

Ci sono però anche alcune controindicazioni: non esagerate con la pianta fresca, perché l'olio essenziale può causare forme di intossicazione. È anche da evitare in caso di minaccia di aborto in gravidanza: l'apiolo in forti dosi provoca emorragie, incentiva le contrazioni uterine e causa irritazioni nei neonati allattati al seno. Infine è poco adatto, se non nocivo, a chi soffre di nefrite, perché causa un sovraffaticamento dei reni.

Come raccogliere il prezzemolo

La raccolta si svolge a scalare nel corso della stagione, prelevando le foglie più grosse recidendo il gambo alla base o tagliando la pianta a pochi centimetri dalla base. Si lasciano poi ricacciare nuovi germogli per nuove raccolte. I rametti fogliosi si conservano per 4-5 giorni ponendoli in acqua da cambiare ogni giorno, oppure in frigo, avvolti in un panno umido.

 Prezzemolo: uso “medicinale”

  • Per tonificare l’organismo: utilizzate in cucina ogni giorno 20 g di foglie fresche, aggiungendole a fine preparazione (senza cottura).
  • Contro le malattie da raffreddamento: spargete sulle pietanze 30 g di foglie fresche ogni giorno.
  • Per interrompere la produzione di latte: applicate sui seni per 10 minuti un cataplasma di 50 g di foglie fresche pestate, 2 volte al giorno per una settimana.
  • Contro l’alitosi: masticate 2-3 foglie fresche.
  • In caso di contusioni: applicate un cataplasma di foglie fresche pestate, per 15 minuti.
  • Contro le punture d'insetto: strofinatele con foglie fresche stropicciate.

Prezzemolo a uso cosmetico

  • Per calmare la pelle irritata: mescolate una manciata di trito fresco con 2 cucchiai di yogurt magro naturale, applicate per 30 minuti, sciacquate con acqua di rose.
  • Per schiarire la pelle: infondete 30 g di foglie fresche in mezzo litro d'acqua bollente per 10 minuti, filtrate e applicate per 15 minuti delle compresse imbevute, per almeno 2 settimane.
  • Per lucidare capelli scuri: dopo lo shampoo risciacquate con acqua a cui avrete aggiunto un decotto (fatto intiepidire) preparato con 30 g di foglie fresche bollite per 10 minuti in mezzo litro d'acqua e filtrato; non fatelo colare negli occhi.

Per approfondire

L'ABC DELL'ORTO BIOLOGICO
Come realizzare con successo il vostro orto secondo natura
2023 - Ultima modifica: 2019-01-07T17:14:47+00:00 da Claudia Notari
FARMACIA VERDE
Manuale di Fitoterapia
2022 - Ultima modifica: 2019-01-07T17:13:54+00:00 da Claudia Notari
L'ABC DELL'ORTO BIOLOGICO
Come realizzare con successo il vostro orto secondo natura
2021 - Ultima modifica: 2019-01-07T17:13:20+00:00 da Claudia Notari
Prezzemolo, ricchissimo di vitamina C - Ultima modifica: 2019-01-07T17:15:57+00:00 da Elena Tibiletti