Tanti frutti, ortaggi e piante sono adatti a preparare rimedi naturali per raffreddore, mal di gola e altri disturbi causati dal freddo: scoprili.

I rimedi naturali per raffreddore e malattie del freddo consistono in tisane alle erbe uniti a una buona prevenzione. Nel primo post abbiamo visto quali benefici apporta la vitamina C al nostro organismo e nel secondo quali frutti e piante ne sono ricchi. Nel terzo post, invece, come rinforzare le nostre difese immunitarie. Ora esaminiamo le ricette per le tisane.

Come prevenire il raffreddore

Consumate alimenti ricchi di vitamina C: oltre ai ben noti agrumi, anche kiwi, prezzemolo, pomodori, peperoni, peperoncino, crescione, alchechengi, fragole, ribes e uvaspina, bacche goji, olivello spinoso.

Tra gli integratori di vitamina C, sono consigliate le pastiglie di rosa canina, acerola o echinacea.

Per rafforzare il sistema immunitario, è indicato un consumo quotidiano di aglio, cipolla, porro, scalogno, tutti i tipi di cavoli, rucola e crescione.

Assumete quotidianamente la propoli, secondo cicli e dosaggi indicati dall'erborista/farmacista o dal medico omeopata.

Copritevi adeguatamente: né troppo, né troppo poco, eventualmente con stratificazione "a cipolla" dei vestiti, da mettere o togliere all'occorrenza.

Non riscaldate eccessivamente gli ambienti, per evitare lo sbalzo termico con l'esterno: dove si vive (soggiorno) e si lavora (ufficio) sono necessari 20 °C, mentre nelle stanze da letto bastano 18 °C.

Eliminate o riducete il fumo e la permanenza in locali fumosi.

I rimedi per il mal di gola

Contro il mal di gola ci vuole la menta (Mentha piperita): bastano 10 g di foglie secche infuse per 15 minuti in una tazza d'acqua bollente per fare i gargarismi 4 volte al giorno. Questa aromatica si coltiva meglio in vaso (in piena terra invade rapidamente l’area circostante), cambiandolo ogni due anni. La terra deve essere fresca e fertile, le annaffiature costanti (ama i luoghi umidi), la concimazione moderata. Le foglie si raccolgono in giugno-luglio, prima della fioritura. In novembre si potano i rametti a 10 cm da terra.

Tosse secca: i rimedi naturali per sedarla

Per risolvere una tosse secca si usano le foglie secche di viola mammola (Viola odorata): 10 g infusi in una tazza d'acqua bollente per 15 minuti, da bere 4 volte al giorno. Si alleva in giardino o in vaso, a mezz’ombra, in buona terra fertile e fresca, da mantenere sempre appena inumidita e da concimare con stallatico secco in autunno e in primavera. È una pianta perenne che fiorisce fra gennaio e aprile. Le foglie si staccano per l’essiccazione fra maggio e giugno.

 

Tisana contro l’influenza

Ai primi sintomi di influenza tenete pronte le foglie secche del dente di leone (Taraxacum officinale): ne bastano 5 g in una tazza d'acqua bollente per 15 minuti, da consumare 4 volte al giorno. Comune abitante dei prati, e infestante di orti e coltivi, quest’erba perenne si diffonde attraverso i pappi che volano via dai soffioni. Non necessita di alcun tipo di cure. Fra marzo e maggio fiorisce in giallo: le foglie vanno raccolte entro giugno.

Impacco contro i geloni

Per alleviare i geloni si usano i fiori secchi del sambuco (Sambucus nigra), da infondere in dose di 70 g per 30 minuti in mezzo litro d'acqua bollente, applicando più volte al giorno compresse imbevute del liquido filtrato. Arbusto invadente e prolifico, desidera suoli ricchi di azoto e molto spazio al sole. Fiorisce tra aprile e maggio.

Per approfondire

FARMACIA VERDE
Manuale di Fitoterapia
FARMACIA VERDE - Ultima modifica: 2018-10-26T14:22:43+00:00 da Claudia Notari
1968 - Ultima modifica: 2018-12-13T09:22:33+00:00 da Claudia Notari
1966 - Ultima modifica: 2018-12-13T09:21:13+00:00 da Claudia Notari
Il Medico in Cucina
Consigli dietetici per buongustai
1964 - Ultima modifica: 2018-12-13T09:20:17+00:00 da Claudia Notari
I rimedi naturali per raffreddore e le malattie del freddo - Ultima modifica: 2018-10-26T14:23:27+00:00 da Elena Tibiletti