Trappole a feromoni, per gli insetti nocivi

Le trappole a feromoni sono strumenti di facile impiego per catturare gli insetti indesiderati nell’orto, nel frutteto, in giardino. Scoprite con noi cosa sono e come utilizzarle al meglio.

Per consentire l’avvicinamento e l’accoppiamento dei sessi, moltissimi insetti ricorrono a veri e propri messaggi ormonali. I Lepidotteri, per esempio, sono provvisti di ghiandole, dette “ghiandole a feromoni”, il cui secreto (chiamato appunto “feromone”) permette all’insetto che lo produce di segnalare la sua presenza a farfalle della stessa specie. Si tratta, in pratica, di messaggeri chimici grazie ai quali gli adulti dei due sessi si incontrano, si accoppiano e garantiscono la sopravvivenza della specie. I feromoni sessuali, emessi dalle femmine vergini per richiamare i maschi anche a grande distanza, sono stati a lungo studiati dagli entomologi per verificare la possibilità di produrli in laboratorio e utilizzarli quindi nei programmi di difesa integrata e biologica.

Oggi sono disponibili numerosi feromoni sessuali di sintesi, che possono essere utilizzati per il controllo di molte specie dannose alle piante da frutto (es. tignola del pesco, carpocapsa o verme delle pomacee, rodilegno giallo), da orto (es. nottue, tignola del porro) e ornamentali (es. processionaria del pino, minatrice dell’ippocastano) secondo le 4 tecniche specificate di seguito.

Per informazioni tecniche sulle trappole: Riff98 – www.riff98.it; Biogard – www.biogard.it.

Le trappole per il monitoraggio

I maschi adulti vengono catturati grazie a trappole provviste di un fondo ricoperto di colla e innescate con piccole quantità di feromoni. I feromoni per il monitoraggio sono disponibili per i principali lepidotteri dannosi alle colture agrarie. In commercio esistono vari tipi di trappole; tutte sono formate da queste parti fondamentali:

  • un diffusore (o erogatore) impregnato del feromone sessuale di sintesi, che viene liberato gradualmente nell’aria;
  • un ripiano spalmato di sostanza collosa;
  • una struttura in plastica o altro materiale resistente all’acqua atta a coprire e contenere il ripiano colloso;
  • un sostegno (filo di ferro zincato o plastificato) col quale la trappola viene agganciata alla chioma degli alberi o a tutori.

Queste trappole sono di libera vendita, in quanto i feromoni per il monitoraggio non sono soggetti a registrazione del Ministero della Salute. Nelle confezioni vengono dettagliate le istruzioni per il monitoraggio e il corretto impiego (quando posizionarle, con quale periodicità sostituire l’erogatore, quando controllarle ecc.).

La tecnica del monitoraggio permette di avere informazioni sulla presenza della specie nell’appezzamento e sull’andamento dei voli. Non è un metodo di lotta diretto, ma è molto utile per posizionare correttamente un eventuale trattamento insetticida (anche con prodotti biologici tipo il Bacillus thuringiensis subsp. kurstaki efficace contro le larve dei lepidotteri).

trappola monitoraggio
Trappola per monitoraggio: fondo collato con erogatore (Foto N. Vai)

Le trappole per la cattura massale

La cattura di massa con apposite trappole ha l’obiettivo di eliminare un elevato numero di maschi per ridurre la probabilità di fecondazione delle femmine. A differenza della precedente, questa tecnica di impiego dei feromoni sessuali è un vero e proprio metodo di lotta, utile nel controllo dei rodilegno (Cossus cossus e Zeuzera pyrina) e della processionaria del pino.

Le trappole per la cattura massale possono avere forme diverse a seconda della casa produttrice; sono di libera vendita ed è importante seguire le istruzioni d’uso presenti nella confezione con cui vengono commercializzate (altrimenti non funzionano).

Confusione sessuale o disorientamento

Questa tecnica consiste nel distribuire nell’ambiente grandi quantità di feromone, in modo da impedire ai maschi la localizzazione delle femmine e ostacolare l’accoppiamento.

La confusione sessuale è indicata per frutteti con superficie superiore ai 2 ettari, possibilmente isolati e di forma geometrica e richiede il supporto di un tecnico esperto, soprattutto se ci si avvicina per la prima volta a questa strategia.

I feromoni impiegati per la confusione sessuale sono considerati a tutti gli effetti prodotti fitosanitari, quindi vengono registrati dal Ministero della Salute.

Distrazione sessuale o orientamento

Consiste nel liberare tracce di feromoni (false tracce) che entrano in competizione con quelle prodotte dalle femmine. I maschi riescono a percepire la scia odorosa, ma vengono distratti dalle false tracce. Il risultato, analogamente alla tecnica precedente, è quello di ostacolare l’accoppiamento.

Come per la confusione, i feromoni impiegati sono soggetti a registrazione; è consigliabile chiedere il supporto di un tecnico per valutare la fattibilità di questa tecnica e per applicarla correttamente.

Per approfondire

DIFESA FITOSANITARIA IN PRODUZIONE INTEGRATA
Manuale dei metodi e delle tecniche a basso impatto
24840 - Ultima modifica: 2019-02-06T17:12:42+00:00 da Claudia Notari
Trappole a feromoni, per gli insetti nocivi - Ultima modifica: 2019-02-06T15:52:30+00:00 da Claudia Notari