san valentino ghirlanda
Liberate la fantasia per San Valentino!
Advertisement
Per la persona amata che ha il pollice verde, ecco il meglio, insolito e sorprendente, che offre il mondo del giardinaggio per San Valentino

Se il vostro partner ama le piante e il giardinaggio, San Valentino è un'ottima occasione per fargli un regalo a tema. Ecco, in ordine alfabetico, tutte le nostre proposte per farlo/a felice.

Amore: se il sentimento è scontato per S. Valentino, la sua espressione tangibile non lo è altrettanto. Amare il proprio partner non significa regalargli una piantina tout-court, la prima vista nel garden center o dal fioraio, ma Quella Piantina che tanto sognava, il che presuppone un’attenzione costante nei suoi confronti (e non solo il 14 febbraio…) per carpirne i desideri. Ma significa anche, se per esempio si deve assentare da casa per un certo periodo, dare un’occhiata alle sue piante, bagnandole prima che stramazzino riarse dal sole o dalla sete…

Bulbi & co.: rappresentano una promessa di bellezza, che si esplicherà dal prossimo mese di giugno. In questa stagione, infatti, s’incominciano a trovare in vendita i bulbi, rizomi e tuberi a fioritura estiva, da piantare in primavera: gigli, calle, dalie, hemerocallis, gloriosa, gladioli ecc., scelti in varietà, forme e colori novità, o delle tipologie più amate dal partner. Un tocco in più? Un bigliettino-bonus in cui vi offrite di metterli a dimora (la terra – si sa – è bassa! E lavorarla costa fatica…), sotto la supervisione della vostra metà. Ma si può anche pensare a un pronto effetto, regalando un ippeastro pronto a sbocciare, o un cestino di mini-narcisi o di giacinti.

Ciondoli/charms: se gioiello (o bijoux) deve essere, che sia, ma che sia “garden style”. Per esempio un ciondolo a forma di fiore, di frutto o ortaggio, o di piantina stilizzata (es. cactus, margherita, rosa ecc.). Basta digitare “ciondolo fiore” sul motore di ricerca, per vedere, scegliere e acquistare online quello – vero o finto – che più si confà ai gusti del/-la destinatario/-a e al vostro portafogli.

Decorazioni: c’è chi ama sparpagliare qua e là sul balcone o in giardino piccoli oggetti decorativi, come i famigerati nani da giardino o gli animaletti in plastica o polvere di marmo o metallo, o le sagome di fiori in legno o metallo, o i portavasi animati con gnomi o animali, o farfalle e uccellini con lo stecco da infilare nel vaso ecc. Nei garden center più forniti troverete appositi scaffali con queste tipologie di ornamento, in genere a prezzi contenuti. Più cari – perché più belli – i portavasi, ideali per le piante d’appartamento: in questo caso però, oltre al costo dell’oggetto, è indispensabile riempirlo con una pianta!

Estro: se il regalo prescelto non è sufficientemente emblematico dell’amore che vi muove, supplite con una dose di estro e creatività, ma che sia rigorosamente fai-da-te. Per esempio decorando con cuori disegnati la confezione, oppure ritagliati nel cartoncino rosso e fissati con lo scotch, oppure attaccati con la colla su uno stecchino e infilati nel terriccio della piantina, oppure con un biglietto a forma di cuore ritagliato da voi e naturalmente dedicato con parole dolci…

Fiori recisi: il regalo più facile è un singolo fiore reciso (la rosa rossa!) o un bel mazzo, che va scelto con i fiori e nei colori preferiti dal destinatario. Se il partner gradisce, potete pensare (o farla voi) anche a una bella composizione con ortaggi, frutti e fiori freschi, oppure a un centrotavola di fiori secchi, con bacche, pigne e ramoscelli. Ma, sottolineo, solo se il partner ama questo genere di decorazioni!

Fairtrade: le rose rosse provengono per la maggior parte dal Kenya, soprattutto se sono “anonime”, cioè senza cartellini che ne certifichino la provenienza corretta. La loro coltivazione avviene sfruttando le popolazioni, pagate pochissimo e mandate in serra a eseguire i trattamenti con sostanze ormai fuorilegge in Europa senza alcuna protezione per la loro salute. Ne discende che anche la rosa che state regalando è piena di fitofarmaci non innocui… Inoltre deve fare oltre 5.000 km in aereo, dall’Africa all’Olanda e da qui all’Italia… Alla faccia dei km 0 e dell’ecosostenibilità! Se possibile, scegliete rose con il bollino di certificazione di provenienza (preferibilmente italiana), oppure quelle marchiate Fairtrade (reperibili presso le Coop), garanzia di condizioni lavorative eque per le popolazioni africane.

Gite: si tratta di una promessa (che naturalmente va mantenuta a tempo debito!), esplicitata attraverso un bel bigliettino (o i biglietti d’ingresso…). La promessa di portare o accompagnare il partner, la prossima primavera, su e giù per l’Italia in quel giardino che vorrebbe tanto vedere, o in quel garden center supergrande che ha tutto e più, o nel vivaio specializzato in un certo genere di piante, o alla mostra di giardinaggio più prestigiosa, o addirittura al Mercato dei Fiori di Amsterdam e a vedere la fioritura dei tulipani, o al Chelsea Flower Show a Londra (biglietti in vendita online da acquistare già in gennaio, prima che vadano esauriti, www.rhs.org.uk).

Hobby: chi ha l’hobby del giardinaggio, indoor o outdoor, ama un po’ tutte le piante, e le accetta volentieri in dono. Ma per S. Valentino il compagno di una vita deve metterci qualcosa di più, andando a scovare proprio quello che la persona amata desidera tanto… E non vale chiedere esplicitamente cosa vorrebbe... Dice il proverbio: “Amare significa non dover mai dire mi dispiace”!

hoya kerrii san valentino
Hoya kerrii

Internet: in rete è possibile trovare tutto, ma proprio tutto quello che può piacere ai giardinieri appassionati. Basta digitare il nome di ciò che si sta cercando e, se non si trova subito un portale o un’azienda che ha l’oggetto o la pianta in vendita, aggiungere “prezzo” o “price”. D’incanto appaiono il potenziale regalo e le modalità per ottenerlo. Piccole avvertenze: effettuate la ricerca per tempo, in modo da avere ben chiari i tempi di spedizione; valutate la serietà del sito in base alle critiche di chi ha comperato prima di voi; utilizzate una carta prepagata, soprattutto se il sito non è protetto (riconoscibile con l’iniziale https:// e con il simbolo del lucchetto in alto a destra); controllate bene le modalità di reso in caso di insoddisfazione.

Libri: se il partner giardiniere ama anche il piacere della lettura, il mondo librario offre titoli per tutti i gusti e le esigenze. Nei cataloghi Edagricole trovate titoli su argomenti squisitamente pratici, dalla potatura alla cura delle piante d’appartamento, dall’orto biologico ai bonsai, dalle rose alle orchidee. Oppure basta navigare in qualunque libreria online (digitare nel motore di ricerca “libri di piante”) per trovarsi di fronte a centinaia di libri, in genere scontati, in pronta consegna, da regalare a chi desidera approfondire la conoscenza di un determinato argomento o tipo di piante.

Negozio: qualunque sia il regalo prescelto, acquistatelo in punti vendita regolari e non abusivi. Vale soprattutto per piante e fiori: le Apecar o i camioncini fermi a bordo strada sono in genere venditori privi di autorizzazioni, e quindi “in nero”. Non pagando le tasse dovute allo Stato, ovviamente hanno prezzi più bassi, ma non offrono alcuna garanzia sulle piante che acquistate (magari piene di parassiti, oppure trattate con fitofarmaci fuorilegge) e costringono tutti i cittadini onesti a venire tartassati dal fisco.

Ombrelli: chi ama i fiori “asciuga” una giornata di pioggia sotto un ombrello a stampe floreali, con fiori applicati o addirittura a forma di fiore.

Piante: non scegliete la prima che trovate dal fioraio o, ancora peggio, al supermercato! Anche se il budget fosse veramente ridotto, cercate qualcosa che sia veramente gradito al destinatario, e non un vegetale tanto per non presentarvi a mani vuote… Se invece avete una certa disponibilità economica, orientatevi verso qualcosa di gradito che sia almeno un pizzico spettacolare.

Pragmaticità: se il partner è un uomo, sicuramente gli saranno graditi piante, semi e bulbi, ma – dato l’indubbio senso pratico del genere maschile – anche un kit d’irrigazione per il terrazzo, una pompa a spalla, una vanga, un potatoio, una tosasiepi o una motosega… Che in effetti non sono molto romantici, come regali di S. Valentino, ma se desiderati saranno veramente apprezzati!

Quadri: le stampe antiche di fiori, frutti e ortaggi sono un classico. Non si accordano con tutti gli stili d’arredamento, né incontrano tutti i gusti degli appassionati, ma se il vostro partner ama lo stile un po’ retrò, potrebbe essere un regalo perfetto. Per trovarle, digitate sul motore di ricerca “stampe antiche di fiori”: si trovano sia stampe originali sia riproduzioni, che vengono spedite ovunque, senza cornice (alla quale dovete provvedere in tempo). Oppure frequentate i mercatini dell’antiquariato o dell’usato: questo genere di stampe è sempre presente e si possono fare buoni affari.

Riviste: perché non approfittare per regalare l’abbonamento a una rivista di settore, magari disponibile in versione cartacea o digitale?

Romanticismo: se la partner è una donna, bando al pragmatismo e via libera a qualcosa di romantico. No a mobili e attrezzi, tutt’al più regalate accessori, come un bel paio di guanti da lavoro a fiori, o di galoche coloratissime per passeggiare in giardino anche dopo la pioggia, o promesse come bulbi e semi. Via libera, naturalmente, alle piante, a libri e riviste, capi di vestiario (vedi) e accessori vari (non dimenticate borse e borsette, portafogli, tende, lenzuola e copriletto, cuscini, tovaglie, piatti e tazze, ecc. con decori floreali), e naturalmente a gioielli e bijoux. La promessa di una gita in Italia o all’estero in visita a giardini e mostre, con la prospettiva di uno o più giorni tutti per voi, tocca infine vette notevoli di romanticismo…

dicentra o cuor di Maria
Dicentra o cuor di Maria

Semi: un regalo economico, le bustine di semi, e una promessa per la prossima stagione. Ma non sceglietele a casaccio: deve essere un assortimento di specie e varietà particolari, gradite al partner, magari scovate sui siti internet inglesi, che hanno sempre novità meravigliose. E confezionatele in maniera simpatica: in un cestino di vimini o in una cassettina di latta, di legno o di cartone (anche riciclata, rivestita con carta rossa e piena di cuoricini), con un cellophane, un fiocco e tanti cuoricini di cartoncino rosso.

Soldi: se il budget è minimo, sappiate che basta anche solo una piantina piccina-picciò, per esempio una delle tante succulente in microvasetto (prezzo: da 1 a 5 euro), magari scegliendo un esemplare in fiore, oppure un giacinto in pannocchia (da 1 a 2,5 euro), o una bella primula (1-2 euro), o anche un singolo fiore reciso (la rosa rossa costa da 3 a 5 euro, l’orchidea da 5 a 8 euro). Supplite piuttosto con la fantasia (vedi Estro) per arricchire il pensierino spendendo solo il vostro amore e le vostre mani.

Tecnologia: apparentemente uno smartphone o un tablet non hanno alcun collegamento con un giardiniere appassionato, ma non è così. Questi apparecchi tecnologici, così come una macchina fotografica digitale, consentono tutti di fotografare le amate piante, in qualunque momento e a costo zero. Le proprie piante, per documentare fioriture particolarmente gratificanti, ma anche quelle viste in campagna, nei giardini, in vacanza o alle mostre di giardinaggio, per poi cercarle nei negozi e acquistarle. Ed eventualmente fissare pensieri, nomi, luoghi, date ecc. grazie alla funzione Registratore.

Vestiario: dagli slip fino ai cappelli, dai guanti alle t-shirt, dai giubbotti alle camicie da notte fino alle pantofole, è facile trovare capi d’abbigliamento a fiori, spesso riprodotti con una discreta fedeltà di tratto. Anche questa può essere un’idea azzeccata per una partner che ama le piante. Attenzione alla taglia, però…

Zagara: regalare una zagara, ossia un agrume in fiore, è sicuramente il massimo del romanticismo, con il dolcissimo e fresco profumo che spande tutt’intorno. Tenete però conto della vostra zona geografica: solo nel Sud la zagara può stare all’aperto in questa stagione; nelle altre zone d’Italia va protetta nell’arancera, e comunque non va tenuta in casa, dove i fiori appassirebbero subito, senza di conseguenza dare frutti…

San Valentino, un regalo speciale per giardinieri - Ultima modifica: 2021-02-14T06:53:14+01:00 da Elena Tibiletti