Il cavolo cappuccio e la verza sono ricchi di proprietà benefiche. Possono anche essere un rimedio curativo naturale contro diversi disturbi di salute.

Il cavolo cappuccio e il cavolo verza sono ortaggi ricchi di proprietà benefiche per l’organismo. Sono molto utilizzati in cucina per la creazione di gustosi primi piatti a base di verdure e contorni, ma possono essere anche adoperati per preparare rimedi curativi naturali contro diversi disturbi di salute.

Il cavolo: cosa utilizzare per impacchi e tisane

Tutti i cavoli (Brassica) hanno le stesse proprietà, però per gli impieghi in fitoterapia, per questioni di praticità, si utilizzano le foglie di cavolo cappuccio e, per gli impacchi, anche quelle di cavolo verza.

Le foglie devono essere adoperate fresche. Il succo si ricava tagliando le foglie a strisce e ponendole nella centrifuga; subito dopo, il succo va bevuto per evitare che perda le sue proprietà.

Un valido alleato per la salute: il cavolo

  • Raucedine: bevete un bicchiere di succo centrifugato tre volte al giorno; oppure cuocete a fuoco lento 2 bicchieri di succo con altrettanto miele di eucalipto, di timo, di rosmarino o melata d’abete fino a ottenere uno sciroppo, assumendone 6-8 cucchiai al giorno.
  • Raffreddore: mangiate 4-5 foglie lessate nel latte (senza sale) e intiepidite.
  • Inizio di bronchite: lessate una foglia in un litro d'acqua non salata, filtrate e bevete il liquido in giornata.
  • Carenze di vitamina C: bevete un bicchiere di succo 3 volte a settimana.
  • Disintossicante: bevete un bicchiere di succo la mattina a digiuno per 3 settimane.
  • Ulcera duodenale: frullate 500 g di foglie, mangiate una tazzina di questa pappina 4 volte al giorno lontano dai pasti.

Gli impacchi a base di cavolo verza e cappuccio

Gli impacchi di foglie fresche di cavolo cappuccio o verza sono uno storico cardine della medicina popolare. Con un coltello affilato si toglie la nervatura centrale e si rullano le foglie con una bottiglia di vetro per renderle meno consistenti e per provocare la liberazione dell'olio essenziale benefico.

Se si utilizzano tiepide si passano rapidamente con il ferro da stiro o si appoggiano per 5 minuti sul coperchio di una pentola al fuoco oppure si scottano per 1 minuto in acqua bollente. L'impacco (da mantenere in posizione con una benda di lana) deve coprire un'estensione di poco maggiore della zona da curare e va sostituito con uno nuovo appena la temperatura della parte malata si alza (salvo diversa indicazione). Il trattamento si sospende alla scomparsa del sintomo.

  • Dolori reumatici: crude e rullate.
  • Contusioni, scottature, ferite, piaghe, geloni: crude e rullate.
  • Ascesso dentario: sulla guancia, rullate e intiepidite.
  • Bronchite: sul petto, rullate e intiepidite, per tutta la notte.
  • Lombaggine o sciatica: rullate e scottate.
  • Colica renale: sui reni, scottate.
  • Puntura di insetto: massaggiate la parte con una foglia cruda e rullata.

Il cavolo cappuccio come cosmetico

  • Pelle grassa: applicate per 15 minuti due-tre foglie crude, tritate e mescolate con un filo d'olio d'oliva.
  • Tonico astringente: applicate per 15 minuti del succo crudo oppure l'acqua di lessatura non salata.
  • Foruncoli o acne: applicate il succo crudo e lasciatelo asciugare, sciacquate poi con acqua tiepida.
  • Irritazioni e arrossamenti cutanei: applicate impacchi con l'acqua di lessatura non salata di una piccola pianta intera.

Per approfondire

FARMACIA VERDE
Manuale di Fitoterapia
FARMACIA VERDE - Ultima modifica: 2018-10-23T16:55:35+02:00 da Claudia Notari
I cibi antiossidanti Anticancro
Mangiare bene per prevenire e combattere la malattia
1975 - Ultima modifica: 2018-12-13T09:30:25+01:00 da Claudia Notari
Dieta e salute con gli alimenti vegetali
Alimentazione sana con cereali, legumi, ortaggi e frutta
1974 - Ultima modifica: 2018-12-13T09:29:40+01:00 da Claudia Notari
Rimedi curativi con il cavolo cappuccio e la verza - Ultima modifica: 2018-10-23T16:57:31+02:00 da Elena Tibiletti