riccio
Il riccio è un animaletto molto utile, da aiutare durante l'inverno.
Advertisement
Ospitare un riccio in giardino duante l'inverno, quando va in letargo, è facilissimo. Vi ripagherà in primavera-estate mangiando gli animali nocivi
Il riccio è un simpaticissimo animaletto selvatico di piccole dimensioni, presente su tutto il territorio italiano. Si tratta di un piccolo mammifero onnivoro utilissimo: i ricci sono infatti degli abilissimi cacciatori di topi, rettili, anfibi, lumache, lombrichi e altri piccoli animaletti. Avere un riccio che vive nei pressi di una casa di campagna significa non preoccuparsi minimamente dei topi! E svolgono anche la utilissima funzione di antiparassitari naturali delle aree ortive.

Il letargo del riccio

I ricci vanno in letargo d'inverno: solitamente il periodo in cui inizia il loro letargo è ottobre-novembre e perdura fino a marzo-aprile. Purtroppo negli ultimi anni il periodo di letargo si è accorciato notevolmente a causa delle temperature invernali che diventano sempre più miti spingendo i ricci ad andare in letargo non prima di dicembre.
In natura solitamente il riccio fa la tana scavando una buca nel terreno profonda circa 50 cm nella quale dorme abitualmente durante le ore diurne e che utilizza per il letargo d'inverno. La tana viene riempita di foglie che servono a mantenerla calda, una sorta di strato coibentante nel quale il riccio si sentirà protetto e al caldo, e che gli permetterà di abbassare le sue funzioni vitali senza rischiare di congelare durante il freddo inverno.

Come ospitare il riccio

Se si vuole ospitare un riccio durante il periodo invernale nel proprio giardino, è importante preparare tutto il necessario per fargli passare un inverno confortevole: una pila di legnafoglie secche per iniziare vanno benissimo. Infatti, molti ricci in ambienti civilizzati amano prepararsi la tana nelle cataste di legna secca, che ovviamente non deve essere spostata e toccata per tutto il periodo invernale per non disturbare il sonno del riccio, il quale la sistemerà riempiendola ulteriormente di foglie secche.
Si possono creare anche ripari in legno, piccole scatole da posizionare in un posto riparato del giardino in modo che non si possano allagare in caso di pioggia per periodi prolungati. Importante è che la scatola abbia un comodo passaggio per facilitare l'entrata e l'uscita del riccio.

I risvegli durante il letargo

I ricci durante il loro periodo di letargo hanno alcuni risvegli che possono essere dovuti a diversi fattori, il più comune dei quali è legato alle temperature: se si dovessero abbassare troppo, l'organismo del riccio per non congelare riattiva il metabolismo e di conseguenza l'aumento della temperatura corporea. Oppure si risveglia per nutrirsi: in questo caso se vogliamo aiutare il riccio a passare l'inverno è importante sfamarlo, e il modo migliore per nutrirlo è quello di fargli trovare croccantini o cibo umido per gatti di ottima qualità ricco di proteine.
Buona pratica è anche lasciare a disposizione una ciotola con acqua, stando attenti che non congeli e che non si sporchi.
Così possiamo garantire al nostro piccolo amico selvatico un letargo sicuro e confortevole al riparo da possibili predatori e altri potenziali pericoli che potrebbero compromettere il delicato periodo del riposo invernale.
Riccio: come ospitarlo in giardino in inverno - Ultima modifica: 2020-11-21T07:12:53+01:00 da Elena Tibiletti