potatura verde albicocco
L'albicocco è fra le piante da frutto che hanno bisogno della potatura verde.
Advertisement
La potatura verde degli alberi da frutto si compie in estate per alleggerire la pianta e migliorare le qualità dei frutti. Ecco come si fa e su quali alberi

La potatura verde si applica agli alberi da frutto e si effettua in estate. Consiste nello sfoltimento dei rami sovraffollati e dalla riduzione del fogliame per arieggiare la pianta: sempre leggera, si chiama così perché si compie durante il periodo in cui la pianta è in piena vegetazione.

Può essere d’allevamento, per far assumere velocemente a una pianta giovane la forma voluta oppure sui giovani fruttiferi di varietà vigorose o su portainnesti vigorosi, che tendono a privilegiare lo sviluppo vegetativo a scapito di quello produttivo, per cui entrerebbero in produzione più tardi rispetto a quelli poco o mediamente vigorosi.

Oppure può essere di produzione, in genere su Drupacee, viti e kiwi, per frenare l’eccessivo sviluppo vegetativo, far penetrare la luce solare all’interno della chioma, mantenere la forma ecc.

La potatura verde d’allevamento varia a seconda della specie e varietà e della forma d’allevamento prescelta: deve comunque essere sempre molto leggera e comprende la spollonatura e la cimatura, a volta anche lo sfoltimento della chioma.

La potatura verde di produzione consiste nella cimatura dei rami principali ed eventualmente anche dell’apice, se necessaria a frenare la vigoria. Poi nello sfoltimento della chioma, con taglio dei rami improduttivi, troppo sviluppati e vigorosi, concorrenti fra loro, in sovrannumero o mal posizionati, cresciuti verso l’interno, o comunque inutili alla formazione della chioma o alla produzione dei frutti l’anno successivo (in alternativa alla completa eliminazione, alcuni rametti si possono tagliare lasciando le 3-4 gemme alla base, la “speronatura”, per favorirne la differenziazione a fiore), il tutto per favorire la penetrazione della luce solare a beneficio dei frutti: i frutti ne trarranno beneficio per la pezzatura, la maturazione, il sapore e il colore più vivo della buccia. Infine nell’eliminazione dei polloni e dei succhioni, che sottraggono sostanze nutritive alla pianta, a spese della chioma e dei frutti.

Questo tipo di potatura fornisce più aria e luce ai rami rimasti, che lignificano o maturano meglio, e ai frutti che maturano prima e hanno un sapore e colore migliori, e riduce il rischio di malattie; inoltre mantiene le dimensioni nella pianta adulta, se ci sono problemi di spazio.

È indicata per albicocco e ciliegio, ed anche per pesco e susino, per i quali è preferibile alla potatura invernale. Lo sfoltimento si compie in parte mentre i frutti stanno maturando, e in parte subito dopo la raccolta dei frutti. Sulla vite e sul kiwi, invece, si sfoltiscono le foglie per migliorare l’insolazione sui frutti, ripetendo l’operazione per 1-2 volte nella stagione.

Per approfondire

IL PICCOLO FRUTTETO
Come piantare e curare il frutteto familiare
32707 - Ultima modifica: 2020-07-09T20:16:38+02:00 da Elena Tibiletti
Potatura verde, si fa in estate sui fruttiferi - Ultima modifica: 2020-08-05T07:08:39+02:00 da Elena Tibiletti