In luglio l’orto e il frutteto stanno dando il massimo: verdure e frutti da portare in tavola, e tanto lavoro per mantenere alto il livello produttivo. Per voi l’elenco delle cose da fare

Evviva il mese di luglio perché porta sulle nostre tavole tanta verdura e frutta raccolte nell’orto e nel frutteto. In cambio, l’orticoltore dilettante deve seguire ogni singola pianta, ogni singola coltura per favorire la produzione al massimo. Ecco i consigli per questo mese nell’orto e nel frutteto.

I lavori da fare in luglio, nell’orto...

  • Ovunque, continuate a eliminare a mano le malerbe, cercando di estrarre anche la radice, soprattutto nelle parcelle di Solanacee, insalate e cetrioli, che lasciano parti di terra nuda.
  • E continuate anche a legare i pomodori a crescita continua, le melanzane e i peperoni, eventualmente le zucchine se le fate crescere su tralicci. Indirizzate invece sui sostegni, e avvolgete, i tralci delle Leguminose rampicanti (fagioli e fagiolini) e quelli dei cetrioli.
  • Proseguite nella sfemminellatura (strappo dei germogli ascellari) dei pomodori. Se desiderate anche arrestarne la crescita, per ottenere più bacche ora (e meno tra settembre e ottobre) oppure per ragioni di spazio, cimate le piante.
  • Continuate a seguire le Cucurbitacee: indirizzate i tralci in crescita di zucche, zucchini, cetrioli angurie e meloni entro gli spazi loro assegnati, tagliando alla base eventuali foglie danneggiate o ingiallite.
  • L’irrigazione, per infiltrazione laterale, va somministrata in abbondanza (almeno 20 l/mq) ogni 3 giorni. Nelle giornate più torride, però, l’intervallo può ridursi fino a giorni alterni.
  • Nelle parcelle dove si esauriscono le insalate, i ravanelli o gli spinaci estivi, eliminate subito tutti i residui, spargete – se necessario a seconda delle rotazioni – il concime e lavorate subito il terreno in modo da averlo pronto per le semine o i trapianti di inizio settembre.
  • Controllate i sostegni (Leguminose, Solanacee ecc.), soprattutto in questa fase in cui la massa vegetale è abbondante, e legate prontamente i tralci in crescita prima che vengano piegati dal peso dei frutti.
  • Raccogliete gli ortaggi solo a maturazione, controllando giornalmente le piante in modo da evitare che superino il punto ottimale.
  • Conservate le eccedenze, sia congelandole sia trasformandole (conserve, ecc.).
  • Tenete sotto controllo malattie e parassiti, ispezionando almeno due volte a settimana le orticole e trattando al primo segnale anomalo.
verza in luglio
Le verze stanno crescendo nell’orto: saranno pronte alle soglie dell’autunno

... e nel frutteto

  • Continuate a bagnare con regolarità i fruttiferi piantati da meno di un anno, fornendo almeno 25 l d’acqua ogni 5-8 giorni nella conca ai piedi della pianta.
  • Monitorate la situazione idrica: se non cade una pioggia utile ogni 7-10 giorni, fornite 25 l/pianta adulta d’acqua per sostenere lo sviluppo dei frutti.
  • In particolare, se non piove per oltre 10 giorni ed è molto caldo, necessitano d’acqua anche i kiwi, il rovo, le Drupacee e il kaki: almeno 40 l da erogare lentamente sul terreno nella proiezione della chioma per gli alberi, 30 l per ogni kiwi e 25 l per il rovo.
  • L’erba nel frutteto può aiutare a trattenere l’umidità: svolge al meglio questa funzione se è alta fra 10 e 15 cm. Nel caso, falciatela all’altezza giusta.
  • Continuate a eliminare subito i polloni sul fusto delle piante da frutto e gli eventuali succhioni dal portainnesto: portano via forza all’albero.
  • Tagliate ed eliminate sul melo gli apici dei rametti colpiti dall'oidio. Tagliate ed eliminate sulle Drupacee i rametti colpiti da monilia.
  • All’inizio di luglio ponete i pali di sostegno con l’estremità a forcella ai rami troppo carichi di frutti, per evitare che il peso li possa spezzare.
  • Raccogliete albicocche, pesche e nettarine, scegliendo quelle più mature e ritornando sulla stessa pianta a distanza di 4-5 giorni per staccare le altre. La maturazione si misura con la cedevolezza della polpa: soprattutto per le albicocche, non fidatevi del colore, che inganna!
  • A fine mese, in pianura sono pronte per la raccolta le varietà estive di pere e mele: consumatele velocemente, perché non durano.
  • Raccogliete i frutti di bosco: more e lamponi si staccano dal peduncolo, mentre ribes e uvaspina si raccolgono recidendo con l’unghia il peduncolo (non tirateli, altrimenti strappate anche la gemma fiorale dell’anno prossimo!).

Per approfondire

Orto facile
per tutti, tutto l'anno
Orto facile, per tutti tutto l’anno - Ultima modifica: 2019-06-28T13:19:17+00:00 da Barbara Gamberini
Il piccolo frutteto
Come piantare e curare il frutteto familiare
Il piccolo frutteto - Ultima modifica: 2019-06-28T13:20:03+00:00 da Barbara Gamberini
Frutteto facile
sul balcone e in giardino
Frutteto facile - Ultima modifica: 2019-06-28T13:19:35+00:00 da Barbara Gamberini
Orto: i lavori da fare in luglio - Ultima modifica: 2019-06-28T13:33:27+00:00 da Barbara Gamberini