Nei giardini in montagna e al mare riprendono in pieno i lavori di giardinaggio. Ed è anche il momento di pensare all’arredo outdoor, senza trascurare il capanno degli attrezzi. Ecco tutti i nostri consigli utili

Abbiamo elencato in un post precedente i lavori da fare in giardino in generale, nel roseto, sul prato e nel laghetto. In questo post vi daremo utili suggerimenti su cosa fare nei giardini in montagna o al mare, nelle cantine o magazzini o capanni degli attrezzi, e sull’arredo da esterni.

Lavori in giardino: in montagna in aprile

  • Ripassate i rami per tagliare quelli spezzati da nevicate tardive o venti impetuosi.
  • Entro la metà del mese potete togliere le coperture alle piante meno rustiche che hanno dovuto svernare all’aperto. Ripulitele e accertatevi che non ci siano parassiti o malattie; nel caso trattate con un prodotto biologico o chimico.
  • All’esterno, ma in posizione riparata (es. sotto un portico), a fine mese possono tornare solo gli arbusti non esotici, come oleandri, lavanda, rosmarino, alloro, limone ecc. Le piante esotiche rimangono ancora in luogo protetto.
  • All’inizio del mese distribuite il concime nelle aiuole, di tipo chimico (granulare a lenta cessione per giardino) oppure organico (stallatico secco o pellettato, compost o humus).
  • Sempre a inizio mese procedete con la potatura del secco nelle erbacee perenni, che stanno per emettere i nuovi germogli, e sulle clematidi, salvando le porzioni di fusto che già mostrano le gemme in schiusura.
  • A fine mese preparate le aiuole destinate a ospitare le annuali da fiore.
  • Controllate le balconette portavasi: se sono in metallo, vanno trattate con l’antiruggine e riverniciate; se sono rivestite di plastica o sono in alluminio, accertatevi che siano integre e solide; assicuratevi poi che gli agganci siano ancora in grado di reggere, cioè che non siano incrinati o parzialmente staccati dal corpo.
  • Valutate lo stato dei vasi: dovrebbero essere tutti già stati puliti in autunno (in caso contrario, procedete al lavaggio con spazzola, acqua e candeggina, e all’asciugatura), intatti (se presentano crepe, potrebbero spaccarsi a metà stagione).
  • Controllate gli annaffiatoi: quelli in plastica, se hanno svernato fuori o in locali non riscaldati, potrebbero essere crepati.

Lavori in giardino: al mare in aprile

  • Se già non lo avete fatto, a inizio mese riattivate l’impianto d’irrigazione automatica, controllando che tutto funzioni: la centralina, i raccordi, i tubi, gli irrigatori. Ricordatevi che la primavera è la fase più “assetata” per le piante!
lavori in giardino in aprile
Il lillà (Syringa vulgaris) è ideale nei giardini in montagna perché non teme il gelo.
  • Se fa caldo, bagnate regolarmente verso il tramonto il giardino (soprattutto le le piante che stanno fiorendo, come lillà, glicine, alisso, iberis, margherite ecc.) e l’orto, se non piove.
  • Solo all’inizio del mese potete ancora mettere a dimora alberi, arbusti, rampicanti ed erbacee perenni, tutti da vaso, avendo molta cura di loro dal punto di vista idrico per tutta l’estate. Trapiantate anche le piante erbacee perenni e annuali nate da seme nello scorso febbraio.
  • Potate le siepi dei sempreverdi, che hanno già bisogno di una regolazione, ed eliminate i polloni nati ai piedi degli alberi o degli arbusti allevati ad alberetto.
  • Fissate i tralci delle rampicanti perenni, come buganvillee, Pandorea, Clianthus, Tecoma, Jasminum, caprifogli ecc. che ora sono in vistoso accrescimento. Non potateli, altrimenti perderete parte della fioritura.
  • Mettete i tutori alle rampicanti annuali, come ipomee, gloriosa, Lathyrus, nasturzi ecc.
  • Eliminate le malerbe, a mano una per una (scerbatura) se sono poche, con il sarchiatore o con gli appositi erbicidi se sono troppe.
  • Sistemate i teli ombreggianti per proteggere le piante delicate (comprese le grasse): i raggi del sole sono già caldi e bruciano i germogli, le foglioline e i boccioli negli esemplari meno abituati all’insolazione.

Lavori in giardino: cosa fare in cantina o magazzino in aprile

  • Se non avete controllato nei mesi scorsi e, al momento dell’accensione di una macchina o della ripresa in mano di un attrezzo, vi accorgete che non funziona, andate subito a farlo riparare o sostituirlo, senza tergiversare: il giardino non può più aspettare, ora.
  • Verificate l’impianto d’irrigazione da terrazzo, che vi servirà dopo la metà del mese: accertatevi che i tubi siano integri, senza fori, e che gli ugelli siano pervi, non otturati dal calcare (si elimina con un anticalcare da bagno).
  • Se desiderate trovare il massimo assortimento di macchine, attrezzi, accessori, vasi e prodotti, questo è il mese migliore per visitare il garden center o la rivendita, anche se difficilmente troverete offerte o sconti.
  • Approfittate delle visite nei brico o garden center per acquistare qualche vaso e cassetta di varia misura: se vi capiterà di farvi stregare da qualche bella pianta alle mostre di primavera o al mercatino, avrete già in casa i contenitori.
  • Fate in modo da avere in casa almeno un insetticida e un anticrittogamico ad ampio spettro: ne trovate molti di tipo biologico e qualcuno in meno di tipo chimico. Controllate anche di avere in casa almeno un sacchetto di terriccio universale, non si sa mai che dobbiate fare un trapianto urgente…

Arredo giardino: l’outdoor in aprile

  • Alla metà/fine del mese, anche nel Nord Italia si rimettono all’aperto tavoli e sedie, ben spolverati anche in caso di rimessaggio accurato. Attendete però a posizionare la cuscineria, perché i rovesci in aprile potrebbero essere frequenti.
  • Nel frattempo a inizio mese controllate lo stato di ombrelloni e tende ombreggianti, verificando in particolare i meccanismi di apertura/chiusura, soprattutto se automatizzati. A volte è solo la pila del telecomando scarica, ma se il problema fosse di altra natura, avrete il tempo per ricorrere all’assistenza.
  • Se avete molte lampade in esterni, anche in angoli nascosti e non molto frequentati del giardino, questo è il momento per controllare che funzionino regolarmente, facendo la prova-accensione durante il giorno. In particolare testate l’impianto di illuminazione intorno alla piscina: fra un mesetto vi servirà in perfetta efficienza.
  • Se possedete una spa o una micropiscina a idromassaggio in esterni, nell’arco del mese pulite la vasca da polvere ed eventuali detriti entrati nonostante la copertura, ed effettuate la prima accensione per verificare che funzioni correttamente.
  • Dopo aver riportato all’esterno le piante, la veranda va ripulita dei residui e della sporcizia. Poi va lavata con prodotti disinfettanti, per eliminare eventuali batteri, ed eventualmente con un prodotto antimuffa. Un bell’arieggiamento, appena il sole si fa intenso, rimane comunque il miglior antidoto a questi problemi.
  • A inizio mese nel Sud e a fine mese nel Nord disponete le casette per gli insetti utili.

Per approfondire

PRATI ORNAMENTALI
Progettazione, realizzazione e manutenzione dei tappeti erbosi
Prati ornamentali - Ultima modifica: 2019-03-26T13:16:10+00:00 da Barbara Gamberini
Malattie delle piante ornamentali - Ultima modifica: 2019-03-26T13:10:56+00:00 da Barbara Gamberini
LA POTATURA
Piante da frutto, vite e olivo nel frutteto e in giardino
La potatura - Ultima modifica: 2019-03-26T13:12:40+00:00 da Barbara Gamberini
IL GIARDINO D’ACQUA MESE PER MESE
Laghetti, stagni, fontane e cascate per tutti i giardini
Il giardino d’acqua mese per mese - Ultima modifica: 2019-03-26T13:17:29+00:00 da Barbara Gamberini
I CONSIGLI DEL GIARDINIERE
Una risposta a tutti i problemi del verde
I consigli del giardiniere - Ultima modifica: 2019-03-26T13:14:44+00:00 da Barbara Gamberini
Giardino: i lavori da fare in aprile (II parte) - Ultima modifica: 2019-03-26T13:19:03+00:00 da Elena Tibiletti