bulbi
I bulbi primaverili vanno piantati in autunno.
I bulbi a fioritura primaverile, da piantare in autunno, possono regalare splendide fioriture. Ecco 5 proposte che mantengono le promesse

In ottobre-novembre è il momento di piantare le bulbose che fioriranno la prossima primavera. I ritardatari possono farlo ancora nei primi 15 giorni di dicembre, tenendo presente, però, che i bulbi potrebbero non accestire (cioè svilupparsi) correttamente, e la fioritura essere, quindi, meno copiosa. Con davvero poca fatica e con una spesa veramente irrisoria possiamo assicurarci un giardino multicolore e profumato per diverse stagioni a venire, prendendo spunto dai parchi da fiaba olandesi punteggiati di Crocus, tulipani, narcisi e giacinti in tantissime varietà.

Advertisement

Come piantarli

La regola generale per piantare bulbi dice che: “la profondità a cui li mettiamo deve essere pari alla loro circonferenza”, tendenzialmente quindi, non affossateli troppo. Se auspicate un giardino il più spontaneo/selvaggio possibile, piantate crochi, bucaneve e muscari in modo irregolare e sparsi qua e là senza un disegno ben preciso.

Si possono interrare in dicembre anche bulbose a fioritura estiva come Allium, gigli e ranuncoli, però vi suggerisco di coprirli con uno strato di foglie o di paglia.

Un consiglio: non tagliate le foglie delle bulbose sfiorite! Le foglie ancora verdi infatti attuano la fotosintesi clorofilliana che permette al bulbo di immagazzinare le sostanze di riserva; quindi estirpateli dal terreno solo ad essiccamento completato e cioè – per fare un paragone – quando “la pila si è ricaricata”.

I bulbi imperdibili

Ecco allora la mia lista della spesa: 5 bulbi per una primavera mozzafiato!

  1. Al primo posto e uno dei primi a fare capolino è il Galanthus nivalis o bucaneve: presente anche nei nostri boschi umidi del Nord, ama stare sotto l’ombra degli alberi e fiorisce prestissimo, già a fine febbraio.
  2. Il Crocus var. 'Princess Beatrix' è molto fiorifero e precoce, sta molto bene anche nel giardino roccioso, nel mixed border e nei vasi. Una bulbosa a mio avviso delicata, dolce e molto romantica.
  3. Al terzo posto, il Narcissus 'Aflame' ha petali gialli luminosi e verticali con una tromba arancione quasi ardente. Funziona bene come fiore reciso così come in aiuole e bordure. Può essere piantato sia al sole che alla mezz’ombra.
  4. La Fritillaria meleagris, o testa di serpente o bossolo dei dadi, fiorisce a metà aprile-inizio maggio su fusti alti 15-20 cm. Vi propongo di interrarla ad almeno 10 cm, in maniera orizzontale perché il bulbo presenta un foro in cima e, per evitare che si riempia d’acqua (il ristagno lo porterebbe quasi sicuramente a marcire), meglio adagiarlo su di un fianco.
  5. Infine il Tulipa kaufmanniana var. 'Scarlet Baby', specie botanica originaria del Turkestan, è molto rustico, a bassa vegetazione, ottimo anche in fioriera, di colore rosso scarlatto con il centro giallo oro. Pensate che, una volta piantato, rinascerà fedelmente a ogni primavera senza richiedere altra manutenzione che la rimozione delle foglie una volta appassite.

Se questa cinquina vi sembra accattivante, non vi resta che ordinarli comodamente stando seduti sul divano e prepararvi a dare nuovo look al vostro spazio verde, che sia un terrazzo o un giardino, ma anche solo qualche fioriera sul balcone, in maniera semplice, veloce e spettacolare.

5 bulbi per una primavera in fiore - Ultima modifica: 2020-12-11T07:03:19+01:00 da Elena Tibiletti