orto semi piantine
Nell'orto è meglio partire dai semi o dalle piantine?
Advertisement
Quando si deve fare l'orto, sorge spesso il dubbio se sia meglio partire dai semi o dalle piantine già pronte per il trapianto. Ecco pro e contro

Tra l’inizio e la fine di aprile incominciano le semine e i trapianti in tutta l’Italia continentale (tranne l’arco alpino). Molti orticoltori per hobby si chiedono nuovamente se sia meglio partire dalla semina oppure dalle piantine già pronte per il trapianto. Qui esponiamo i pro e contro di entrambe le scelte, perché non esiste una risposta valida in assoluto, dato che tanti sono i fattori in gioco.

Scegliere le piantine già pronte

• Le piantine sono ottime se non si ha il tempo di seguire le semine, se si arriva in ritardo a fare l’orto (per es. in Val Padana a fine mese o addirittura in maggio), se si è alle prime armi, se si vive sull’arco alpino dove i mesi utili sono troppo pochi (da metà maggio a fine settembre).
• Perfette anche nel caso in cui, l’anno precedente, l’orto sia stato colpito da virus: cercate le piantine innestate, che sono resistenti ai più comuni virus per ogni specie di ortaggio.
• Tra gli svantaggi delle piante già pronte ci sono l’impossibilità, molto spesso, di conoscere la varietà acquistata, la possibilità che abbiano subito trattamenti chimici (sono rare quelle certificate biologiche) e l’obbligo di metterle subito a dimora: non resistono più di due giorni fuori terra, quindi prima di comprarle date un occhio al meteo e alla vostra agenda…

Scegliere la semente

• La semina permette di gestire tutto il processo: scelta delle varietà, tempistica per il diradamento,  l’eventuale ripicchettaggio e la messa a dimora, uso o meno di sostanze chimiche, ripristino delle fallanze ecc.
• Il rovescio della medaglia è la lunghezza e la “difficoltà” del processo: bisogna partire almeno un mese prima della messa a dimora, con seminiere o cassoni caldi, e seguire giornalmente la crescita, perché un eccesso d’umidità o una carenza d’acqua possono mandare in malora tutte le plantule in due giorni…

Ovviamente, la semina comporta il solo costo della bustina di semi (attorno ai 2-3 euro), mentre ogni singola piantina costa, a seconda della specie e varietà, da 60 cent a 3 euro…

Per approfondire

ORTO FACILE
per tutti, tutto l'anno
31346 - Ultima modifica: 2020-04-08T20:04:39+02:00 da Elena Tibiletti
Coltivare l’orto: semi o piantine già pronte? - Ultima modifica: 2020-04-09T07:40:41+02:00 da Redazione GI