Orto: i lavori da fare in aprile

Aprile è ancora un mese che vede poca produzione di ortaggi e frutti e molto lavoro: bisogna impostare il lavoro per buona parte della stagione. Vediamo cosa fare

Il mese di aprile vede soddisfatti quasi solo gli orticoltori del Sud, dove già si raccolgono frutti e ortaggi golosi come i pomodori, i fagiolini, i cavolfiori, le fragole ecc., mentre quelli del Nord devono ancora seminare, trapiantare, mettere tutori, sorvegliare le piante perché non si ammalino, raccogliendo solo insalate, spinaci e ravanelli. Ma anche per loro verrà la stagione del raccolto!

Orto: i lavori
da fare in aprile

  • Lavorate la terra quando è in tempera, cioè in condizioni ottimali di umidità. In particolare non mettete mano a vanga e zappa se la terra è molto umida e di tipo compatto: meglio rimandare, per evitare di trovarsi poi con grandi zolle difficili da sminuzzare.
  • Tra l’inizio (a Sud) e la fine (al Nord) del mese incominciano le semine e i trapianti in tutta l’Italia continentale (tranne l’arco alpino, dove si procede a inizio maggio). È tempo di incorporare un concime per orto a lenta cessione, fresare la terra, affinarla con il rastrello e pareggiarla per accogliere le piantine.
  • Se annaffiate in abbondanza con getto nebulizzato, come se aveste già seminato (“falsa semina”), stimolerete la nascita delle malerbe, che potrete facilmente eliminare prima di procedere con la semina vera e propria.
  • Dopo semine e trapianti annaffiate con regolarità, con un getto vaporizzato e leggero i semi e localizzato e abbondante le piantine (es. con i tubi microforati).
  • Tenete d’occhio la nascita delle malerbe: eliminandole entro i 5-8 cm verranno via con la radice in modo definitivo.
  • Nelle zone fredde (sulle Alpi e nell’Alto Appennino) fino a metà aprile potete ancora seminare in seminiera o cassone caldo, per anticipare i tempi del raccolto di pomodori, peperoni, melanzane, zucchini, zucche e cetrioli.
  • Nel Nord (ma non sulle Alpi e Alto Appennino) rimuovete i tunnel: fa troppo caldo, quindi bisogna togliere i teli di plastica. Ravanelli, spinaci, lattughe e radicchi da taglio non richiedono temperature elevate.
  • Nel Sud concimate con potassio le piante dell’orto per ottenere abbondanti frutti, mentre nel Nord con azoto, per far crescere bene e velocemente le piantine.
  • Sempre nel Nord asportate i residui delle colture invernali, e smaltiteli nel cassonetto dei rifiuti organici. Quindi concimate con letame maturo o stallatico pellettato le aiuole sulle quali è terminata la produzione invernale.
  • Soprattutto nel Sud scerbate regolarmente per mantenere l’orto libero dalle malerbe.
  • Nella seconda metà del mese nel Nord trapiantate le piantine di pomodoro, melanzana, peperone, zucchino, cetriolo, sia seminate da voi in febbraio, sia acquistate già pronte per il trapianto. Nel Sud procedete con la semina a dimora di insalate, cavolfiori, porri, carote, sedani, tutti nelle varietà estive.
  • Nel Sud raccogliete piselli, fave e aglio, ma anche fragole e carote, e gli ultimi broccoli e carciofi; e mettete i tutori a fagioli, fagiolini, pomodori e melanzane. Nel Nord rincalzate piselli, fave, asparagi, fragole e patate.
coltivazione orto in aprile
La bellezza pura dei bianchi fiori di melo, in aprile, illumina il frutteto.

Lavori nel frutteto
da fare in aprile

  • Sull’arco alpino è ancora possibile mettere a dimora nuove piante da frutto, a radice nuda, in pack o in vaso. Il mese è particolarmente propizio alla piantagione dei frutti di bosco. Nel Centro-Sud invece si possono mettere a dimora olivi e viti da vaso.
  • Se necessario, prima della schiusura delle gemme oppure all’allegagione (quindi a sfioritura completa), effettuate sulle Drupacee il trattamento contro la monilia e sulle Pomacee quello contro la ticchiolatura.
  • Attenzione: qualunque prodotto fitosanitario dobbiate distribuire (compresi quelli biologici), fatelo sempre prima della fioritura o dopo che sono caduti i petali: altrimenti, avvelenate le api!
  • Nell’ultima decade del mese posizionate le trappole di monitoraggio o di cattura, e le strisce per la confusione sessuale contro i diversi vermi della frutta: chiedete consiglio in un Consorzio agrario.
  • Dopo 20 giorni dalla fine della fioritura incominciate a diradare i frutticini di pesco e di albicocco, se necessario, e verso fine mese quelli di pero e melo.

Per approfondire

ORTO FACILE
per tutti, tutto l'anno
Orto facile - Ultima modifica: 2019-03-27T10:06:47+00:00 da Barbara Gamberini
LA POTATURA
Piante da frutto, vite e olivo nel frutteto e in giardino
La potatura - Ultima modifica: 2019-03-27T10:04:37+00:00 da Barbara Gamberini
IL PICCOLO FRUTTETO
Come piantare e curare il frutteto familiare
Il piccolo frutteto - Ultima modifica: 2019-03-27T10:19:55+00:00 da Barbara Gamberini
FRUTTETO FACILE
sul balcone e in giardino
Frutteto facile - Ultima modifica: 2019-03-27T10:17:52+00:00 da Barbara Gamberini
Orto: i lavori da fare in aprile - Ultima modifica: 2019-03-27T10:33:28+00:00 da Elena Tibiletti