2016/03/ninfee_b01d19d0.jpg
Un minuscolo specchio d'acqua è possibile anche in terrazzo.
Advertisement
Tra le piante acquatiche le ninfee sono tra le più belle e ricche di soddisfazioni. Ecco come coltivarle con successo

Le ninfee sono incantevoli perenni con foglie galleggianti e splendidi fiori, il sogno di tutti coloro che decidono di creare uno specchio d'acqua nel proprio giardino.

Il consiglio è quello di orientarsi verso specie rustiche anziché tropicali, e di valutare bene lo spazio a disposizione dato che esistono varietà di ogni dimensione, dalle nane alle giganti.

Ninfee: la coltivazione

La piantagione delle ninfee va fatta quando si è ragionevolmente certi che le temperature non scendano più sotto i 10 °C. I rizomi si pongono direttamente sul fondo del laghetto se è presente uno strato di terra limosa oppure se è un laghetto naturale. L’operazione è attuabile solo con le ninfee rustiche (anche con quelle tropicali nelle zone molto calde del Sud).

La piantagione in un contenitore è consigliata per le ninfee tropicali che devono essere ritirate in inverno, e quando non si desidera uno sviluppo troppo esuberante del fogliame. Si possono utilizzare gli appositi vasi di plastica forati oppure le sacche per piante acquatiche da appendere; vanno bene anche le più economiche cassette di plastica della frutta a bordi alti; tutti i contenitori vanno foderati all’interno con un telo in plastica robusta, meglio se del tipo da laghetto in plastica non tossica. Si pone un po’ di terra argillosa (sono sconsigliati il terriccio universale o la torba), sul fondo del vaso. Alla terra può essere mescolato un po’ di concime granulare per piante acquatiche. Poi si inserisce il rizoma 4-5 cm sotto il bordo coprendolo con altra terra fino a 2-3 cm dal bordo e pressandola leggermente. Quindi si taglia il rivestimento di plastica in eccesso e si immerge il contenitore nel laghetto in base alla profondità richiesta dalla pianta. Per mantenerlo all’altezza corretta per la specie si possono collocare sotto il contenitore una pila di mattoni o di pietre piatte oppure un vaso capovolto.

Per coltivare le ninfee in terrazzo si possono scegliere varietà a sviluppo moderato (ninfee nane) come la ‘Indiana’ e la ‘Pygmaea Helveola’, disponibili in vari colori dal bianco al rosa fino al lilla intenso e al porpora scuro; una larga tinozza in pieno sole le farà sbocciare se nel contenitore è presente almeno una pianta sommersa ossigenante, indispensabile per il controllo della fauna acquatica. Presso un vivaista specializzato in piante acquatiche è possibile trovare anche laghetti da terrazzo pronti all’uso nonché i consigli per una corretta sistemazione delle specie e varietà più adatte.

Per approfondire

GUIDA PRATICA ALLA SCELTA DI PESCI DA LAGHETTO E PIANTE ACQUATICHE
Come scegliere pesci e piante per dare vita al tuo laghetto
27836 - Ultima modifica: 2019-06-27T16:23:32+02:00 da Elena Tibiletti
Ninfee, come coltivarle - Ultima modifica: 2019-06-29T07:37:00+02:00 da Redazione Passione In Verde