Osmanthus fragrans
L'Osmanthus fragrans (Olea fragrans) produce un profumo delizioso attraverso i fiori bianchi in autunno.
Gli osmanti, Osmanthus fragrans e O. armatus, regalano profumatissime fioriture in autunno. Riprodurli per talea non è facile: vi spieghiamo come fare

Impossibile non notarlo, se ci si passa accanto: l'Osmanthus fragrans (sin. Olea fragrans) inonda l'aria, tra settembre e ottobre, del delizioso profumo dei suoi piccoli fiori bianchi. Se poi gli si passa troppo vicino, saranno le sue foglie coriacee e puntute a richiamare l'attenzione dell'incauto giardiniere...

Com'è fatto l'Osmanthus fragrans

Il genere Osmanthus comprende circa 30 specie di arbusti, prevalentemente sempreverdi, tutti caratterizzati da fiori particolarmente profumati che sbocciano in primavera o in autunno, in particolare per arricchire il giardino in autunno troviamo Osmanthus fragrans e Osmanthus armatus.

Il primo ha foglie grandi, lucide, coriacee, intere o seghettate, ovali e fiori bianco-crema. La fioritura avviene due volte l’anno, una prima in primavera e poi in agosto-settembre (più abbondantemente). La varietà ‘Aurantiacus’ ha fiore giallo-arancione.

Osmanthus armatus ha foglie verdi scure e lucide e profondamente dentate, provviste di spine, molto simili a quelle dell’agrifoglio. Fiorisce in settembre-ottobre producendo abbondanti fiori bianco-crema.

Come si coltiva

Questi arbusti necessitano di un’esposizione soleggiata o semi-ombreggiata. Crescono molto lentamente, ma con gli anni possono raggiungere la forma e le dimensioni di un piccolo albero, alto circa 6 metri e con un diametro della chioma altrettanto espanso. Il migliore sviluppo si ottiene quando la pianta è al riparo dai venti di nord-est, in terreno di medio impasto, ricco di sostanza organica, fertile, a reazione neutra o leggermente acida, ben drenato.

Ogni primavera, è consigliabile coprire il terreno sotto la chioma della pianta con letame o compost ben maturi. Le potature di solito non sono necessarie, poiché la crescita di queste piante è molto lenta; in aprile è sufficiente eliminare i rami secchi e accorciare i rami che alterano la forma compatta della chioma.

La talea di Osmanthus

Gli Osmanthus possono essere propagati per talea semilegnosa tra luglio e settembre. La radicazione delle talee è molto difficile e la crescita è molto lenta. Vale comunque la pena provare la tecnica della talea per aumentare il numero di esemplari spendendo poco.

Il procedimento è semplice: si prelevano cinque o sei talee semilegnose della lunghezza di 10 cm, e si intingono le estremità inferiori in una polvere a base di ormoni vegetali che stimolano la radicazione.

Le talee così preparate si inseriscono per circa un terzo della loro lunghezza in un vaso di 10-12 cm di diametro riempito con un miscuglio in parti uguali di torba e sabbia. Pressare con cura il terreno intorno alle talee e annaffiare abbondantemente con il getto a pioggia.

Per evitare la disidratazione delle talee, coprire il vaso con un sacchetto di plastica trasparente fissato con un elastico e sostenuto da due pezzi di filo di ferro piegati ad arco accavallati e inseriti nel terriccio. Sistemare le talee all’ombra.

(Tratto da GD11/2010, di Rosa Anna Cafagna)

Osmanthus fragrans, arbusto profumato in autunno - Ultima modifica: 2019-10-10T07:58:06+00:00 da Redazione Passione In Verde