giardinaggio cellulare
Con il cellulare è un attimo fotografare le piante che vi piacciono e il cartellino con il nome.
Advertisement
Portare con sé il cellulare alle mostre di giardinaggio e nei vivai consente di fotografare piante e cartellini, nomi di vivai, registrare consigli ecc.

Marzo, aprile e maggio, e settembre, portano con sé una irresistibile voglia di fiori e colori, da soddisfare andando nei vivai, garden center e alle mostre-mercato di giardinaggio, dove si trova di tutto e di più: ma andateci con il cellulare, che vi può servire, e tanto!

Avete intenzione di recarvi in una o più delle decine di mostre di giardinaggio normalmente in calendario fra la primavera e l'autunno? O più semplicemente in un vivaio o garden center, per gli acquisti? E avete uno smartphone, un i-phone o un tablet? Portatelo con voi ben carico e usatelo!

Tutti questi apparecchi sono dotati di importantissime funzioni, particolarmente utili quando si va a una mostra di piante o in un garden center: macchina fotografica, memo e registratore vocale!

La macchina fotografica del cellulare vi permette di fotografare i fiori e le piante che vi piacciono, e fin qui nulla di nuovo, ma anche il cartellino con il nome di questa pianta o fiore! Così saprete esattamente di che cosa si tratta: se l’acquistate, avendo il nome sarà semplice cercare su un libro o in internet le cure colturali da apportare; se non l’acquistate, potete sempre verificare in seguito se fa al vostro contesto colturale, e acquistarla in un secondo momento.

giardinaggio cellulare
Fotografate le piante che vi interessano per cercare poi notizie ed eventualmente acquistarle.

A questo scopo, alle mostre di giardinaggio consiglio di fotografare anche il cartellone, o il depliant o il biglietto da visita del vivaio che mette in vendita le piante appena fotografate: avrete i riferimenti o per contattare direttamente l’azienda o per cercarla in internet e contattarla da lì. Fate le foto in sequenza: fiore o pianta, nome sul cartellino, nome del vivaio. E fate tutte le foto che volete (verificate soprattutto che siano a fuoco!), tanto non ci sono più il rullino e la stampa da pagare…

Questo è il sistema più sicuro e più rapido per non sbagliare. Ma potete avvalervi anche del memo o del registratore vocale, se siete sicuri di digitare correttamente i nomi (anche latini) o di scandire bene le parole. Certo che in questo caso è più macchinoso, perché dovete anche aggiungere delle caratteristiche per poi abbinare la foto a quanto scritto o registrato…

Il memo è indispensabile quando, raramente, manca il cartellino: avvicinate il vivaista e fatevi dettare bene il nome scientifico della pianta, oppure registratelo direttamente dalla sua voce.

E la registrazione diretta vale anche per i consigli di coltivazione: se state acquistando qualcosa che non avete mai avuto, chiedete al vivaista come va allevato, accendendo il registratore vocale per fermare le sue parole, da riascoltare tranquillamente a casa e trascrivere.

Mostre di giardinaggio e vivai: sempre con il cellulare! - Ultima modifica: 2020-09-11T07:19:45+02:00 da Elena Tibiletti