Ginestra da terrazzo, come coltivarla

La ginestra si coltiva anche in terrazzo, in vaso, e regala numerosi fiori gialli in primavera. Ecco come coltivarla con successo

La ginestra (Cytisus scoparius, famiglia Leguminose) è un arbusto leggiadro che dà il meglio di sé in primavera, quando si riempie di minuti e profumati fiori gialli.

Purtroppo non rifiorisce nell’arco dell’anno e durante l’estate risulta un po’ anonimo. In compenso non richiede quasi cure.

Può far parte di una vasca con arbusti da siepe, per vivacizzarli in aprile-giugno, oppure con rampicanti vigorosi (come le clematidi) a cui coprire il piede.

Com’è fatta la ginestra

Arbusto caducifoglio, alto fino a 1,5 m e largo fino a 1,2 m, ben ramificato, con rami verdi anche d’inverno e crescita media.

La ginestra ha foglie piccole e differenziate: sessili quelle alla base, picciolate quelle superiori, di colore verde bottiglia.

I fiori piccoli, numerosissimi, color giallo oro, compaiono in maggio-giugno.

Numerosissime sono le varietà floricole, coltivabili in vaso, tra le quali  ‘Burkwoodii’, a fiori rosso cremisi intenso; ‘Cornish Cream’, a fiori bianco crema, ‘Daisy Hill’, a fiori rosa e rossi; ‘Dukatt’, dai fiori giallo oro; ‘Goldfinch’, a fiori porpora con ali gialle e rosse; ‘Firefly’, a fiori gialli con ali cremisi-bronzo; ‘Killiney Red’, a fiori rosso vivo; ‘Killiney Salmon’, a fiori rosso salmone; ‘Maria Burkwood’, a fiori rosa chiaro; ‘Windlesham Ruby’, a fiori rosso rubino.

Dove e come si coltiva la ginestra

  • Pianta originaria dell’Europa occidentale e del bacino del Mediterraneo, è coltivabile in vaso in tutta Italia, tenendo presente che nel Nord Italia da novembre ad aprile è meglio proteggerlo in una stanza fresca con temperatura di 5-15 °C. Tollera il vento, anche salmastro.
  • Desidera un’esposizione in pieno sole per fiorire bene. Tollera temperature fino a 0 e +45 °C.
  • Ponetela in un vaso in plastica o terracotta, di diametro di 30 cm per una pianta alta 30 cm; oppure in vasca con altre piante arbustive o rampicanti (dimensioni min 80 x 50 x 50, max 3 piante in totale).
  • Riempite il contenitore con terra fertile e ben drenata, per es. metà di terra da giardino e metà di terriccio universale.
  • Annaffiatela con moderazione e regolarità tra aprile e settembre, molto poco nei restanti mesi.
  • Va concimata in marzo, maggio e settembre mezza dose di un prodotto granulare a lenta cessione per arbusti da fiore.
  • La potatura si effettua solo per ripulire la chioma da parti secche e ridurre l’ingombro eccessivo, in settembre-ottobre.
  • Si moltiplica per talea di ramo in agosto-settembre.

Malattie e parassiti della ginestra

Nessuno in particolare. Rischia l’appassimento se non viene innaffiata a sufficienza durante l’estate.

Curiosità

Essendo una Leguminosa, non consuma concime, anzi, aggiunge azoto al substrato perché le radici sono in grado di utilizzare l’azoto dell’aria, fissandolo nella terra.

Ginestra da terrazzo, come coltivarla - Ultima modifica: 2019-06-14T08:12:00+00:00 da Redazione GI