fuochi d'artificio
I fuochi d’artificio e i botti spaventano cani e gatti, che non devono essere lasciati liberi a fine anno.
Advertisement
Botti e fuochi d’artificio possono terrorizzare i nostri quattrozampe, magari spingendoli a scappare. Ecco cosa fare per un 31 dicembre in sicurezza

Il periodo natalizio per i proprietari di animali è sempre fonte di grande preoccupazione, soprattutto quando ci si avvicina ai giorni prima e dopo Capodanno, periodo in cui la tradizione di sparare botti e fuochi d’artificio è ancora molto diffusa nonostante i divieti in molti Comuni e la continua sensibilizzazione alla pericolosità e all'inquinamento che provocano.

Lavorare sulle paure dell’animale

I fuochi d'artificio e i botti di vario genere sono veri e propri colpi di terrore per gli animali selvatici e domestici.

Il modo migliore per affrontare la paura del nostro cane o gatto è di rivolgersi a un medico veterinario comportamentalista: iniziando con qualche mese di anticipo si può lavorare sulle paure dell'animale e avere nel tempo degli ottimi risultati, desensibilizzando la fobia dell'animale.

10 consigli intorno al 31 dicembre

  1. Oltre a questa strada, si possono mettere in atto delle accortezze per far vivere più serenamente questo periodo molto stressante ai nostri amati animali domestici.
  2. La prima cosa da fare è tenere in casa gli animali anche se normalmente sono abituati a stare in giardino: i recinti e le strutture di contenimento da esterno anche se create appositamente per gli animali non sono efficaci nel contenere un animale quando è assalito da una crisi di panico generata da una profonda paura e il nostro pet potrebbe ferirsi, anche gravemente, cercando di scappare.
  3. Su internet è molto diffuso il consiglio di alzare il volume della televisione per mitigare il rumore dei botti: io sconsiglio assolutamente di utilizzare la televisione come distrazione, disorienta maggiormente gli animali che comunque, oltre all'insolito rumore emesso dall'apparecchio, avvertono perfettamente il rumore e le vibrazioni emesse dai botti. Personalmente consiglio di utilizzare un sottofondo di rilassante musica classica ascoltandola a un volume piacevolmente moderato.
  4. Portare fuori i cani per i bisogni tassativamente con collare e medaglietta: in caso di fuga improvvisa il cane può essere facilmente identificato e con una telefonata riconsegnato al proprietario.
  5. Senza medaglietta in caso di ritrovamento si ricorre alla lettura del microchip, ma nei giorni di festa questa procedura può facilmente subire dei ritardi e potrebbe passare anche qualche giorno prima che l'identificazione sia possibile; il nostro cane rischierebbe di trovarsi in un ambiente estraneo nel periodo dell'anno in cui ha più paura e bisogno di noi.
  6. Se necessario utilizzare anche una pettorina per contenere gli esemplari più paurosi, cercare posti il più possibile tranquilli e lontani dai rumori, e la sera di San Silvestro effettuare l'ultima uscita entro le ore 21 per essere sicuri di non ritrovarsi improvvisamente circondati dal frastuono dei festeggiamenti.
  7. La notte del 31 dicembre è importante chiudere finestre e tapparelle, lasciando che i nostri piccoli amici a quattro zampe si mettano dove preferiscono, anche se magari è un posto della casa che solitamente è interdetto a loro, se si sentono più sicuri in un determinato posto facciamo uno strappo alla regola per una notte.
  8. Possiamo utilizzare dei diffusori di feromoni per cercare di mandargli segnali tranquillizzanti e farli sentire più a loro agio: è importante che i feromoni vengano utilizzati già da qualche giorno prima in modo da impregnare la casa e dare maggiore sicurezza a cani e gatti.
  9. Altra raccomandazione: siate presenti! Non c'è nulla di meglio per un animale impaurito dell'avere al suo fianco la persona che ama e di cui si fida: il vostro atteggiamento, la vostra presenza, il fatto che lui non sia solo è fondamentale per superare una notte difficile di festeggiamenti e rumori forti e violenti.
  10. Si legge spesso che gli animali impauriti devono essere ignorati per non marcare maggiormente questo comportamento con le nostre attenzioni: nulla di più sbagliato! Se il nostro animale ha paura degli spari, noi dobbiamo cercare di tranquillizzarlo e calmarlo stando il più possibile vicino a lui, parlandogli con voce tranquilla e affettuosa, accarezzandolo o tenendolo in braccio solo se l'animale lo permette: non costringetelo, se non se la sente fareste peggio, stare vicino a lui con un atteggiamento tranquillo e uno stato d'animo sereno lo aiuterà tantissimo a capire che quei rumori paurosi non sono una vera minaccia.

design4pet.blogspot.com

facebook @Design4Pet

Fuochi d’artificio e quattrozampe: evitate che si spaventino - Ultima modifica: 2019-12-16T07:36:44+01:00 da Elena Tibiletti