2014/05/Dorifora_059b92f8.jpeg
Larva e adulto di dorifora.
La dorifora è un insetto masticatore che può distruggere, sia da adulto sia da larva, un intero campo di patate in pochi giorni. Ecco come combatterla

La dorifora (Leptinotarsia decemlineata) è un coleottero Crisomelide molto comune nei terreni coltivati a patata perché si nutre delle sue foglie sia quando è ancora una larva, sia da adulto.

Si tratta di un parassita caratteristico della patata, anche se può attaccare altre Solanacee, come melanzana e pomodoro.

Com’è fatta la dorifora

L’adulto ha forma ovale e corpo ben protetto da una robusta corazza, color giallo crema solcata da righe longitudinali nere; è lungo fino a 1,2 cm e largo poco meno.

Le larve, dal corpo allungato (fino a 1,5 cm), molliccio e viscido, hanno colore arancione-rosso, con fianchi punteggiati di nero, capo e zampe nere.

Che danno provoca la dorifora

Sia gli adulti, sia soprattutto le larve, provvisti di robusti apparati boccali masticatori, danneggiano l’intera pianta, fusti, foglie, fiori e frutti, divorando tutte le parti vegetali con le robuste mandibole.

In caso di forti attacchi, l’apparato fogliare viene distrutto in pochi giorni, riducendo la pianta a uno scheletro. La sofferenza della pianta si riflette nella produzione di tuberi piccoli o nella produzione assente.

Quando colpisce

L'attività della dorifora inizia in primavera, quando l’adulto esce dal terreno ove ha svernato.

La deposizione delle uova, che avviene sulla pagina inferiore della foglia, anticipa la comparsa (in maggio-giugno) delle voracissime larve, che hanno 15-30 giorni per accrescersi, divenendo adulti tra giugno e agosto.

In totale le generazioni sono due al Nord e tre al Sud.

Come si previene e come si combatte

Con forti infestazioni nell’anno precedente, è consigliabile distribuire, da aprile a luglio, uno specifico fertilizzante contenente ricino, il cui odore scaccia le larve dal terreno.

Quando si notano le prime larve di dorifora, si possono eliminare manualmente, così come gli adulti. Sulle larve bisogna irrorare un insetticida a base di piretro naturale, da somministrare ogni 7-10 giorni, oppure un preparato a base di Bacillus thuringiensis var. tenebrionis o var. kurstaki, tutti prodotti ammessi in agricoltura biologica, che non comportano un tempo di carenza (tempo di attesa prima di consumare i tuberi).

(Foto credit: Bayer Crop Science)

Dorifora, insetto parassita della patata - Ultima modifica: 2019-06-12T08:01:00+00:00 da Redazione GI