lychnis piante resistenti al sole
Lychnis coronaria nella specie color rubino e nella varietà bianca.
Advertisement
Non sono tantissime le piante resistenti al sole e alla siccità, in grado di vivere al mare, in pianura e in montagna. Ne presentiamo tre

Il troppo sole e un terreno molto secco, al mare, in pianura o in montagna (es. un terreno in pendenza, o sul bordo del muretto a secco), possono indurre a pensare che sia impossibile avere belle piante in fiore, ma ci sono alcune piante resistenti al sole, adatte anche a situazioni estreme!

Se avrete l’accortezza di soffermarvi a guardare le piante che crescono anche in condizioni sfavorevoli, noterete che molte sono a foglia grigia, che corrisponde in un certo modo ai nostri occhiali da sole. Queste piante sono infatti adatte a sopportare sole, secco e arsura, si accontentano di poca acqua e necessitano di poca manutenzione.

Ecco tre specie con esigenze simili e in grado di offrire una ricca fioritura anche in queste condizioni. Attenzione: proprio perché adatte a terreni secchi e ben drenati, non tentate di coltivarle su suoli umidi o ricchi di humus, non sopravvivrebbero...

Piante resistenti al sole: Cerastium tomentosum 

cerastium tomentosum piante resistenti al sole
Cerastium tomentosum, ideale su un muretto.

La peverina tomentosa (Cerastium tomentosum) è un'erbacea perenne dal portamento compatto, tappezzante e molto vigorosa che in primavera (ma in luglio in montagna) si ricopre di bei fiori bianchi.

Alta circa una ventina di centimetri, se si vogliono creare dei bei cuscini sono necessarie nove piante per metro quadro: risulta decorativa anche per il fitto fogliame grigio-verde. Adatta come coprisuolo, è ideale per ricoprire ampie zone rapidamente. Reperibile come pianta perenne nei vivai e garden center.

Piante resistenti al sole: Helichrysum italicum

Helichrysum italicum piante resistenti al sole
Helichrysum italicum all'inizio della fioritura.

L'elicriso (Helichrysum italicum) è un piccolo arbusto rustico e vigoroso, che in primavera si ricopre di fiori di un giallo molto acceso. Il suo intenso profumo (di liquerizia, sprigionato soprattutto quando vi batte sopra il sole) è l’emblema della macchia mediterranea ed così forte e duraturo che basta sfiorare la pianta per tenerlo con sé a lungo.

Per evitare che lignifichi troppo velocemente è bene potarlo ogni autunno, come si fa con lavande e rosmarino. Fiorisce in giallo fra giugno e luglio. Arriva a misurare circa mezzo metro di altezza e per creare un cuscino uniforme è bene avere sei piante al metro quadro. La trovate come pianta perenne nei vivai e garden center.

Piante resistenti al sole: Lychnis coronaria

La silene coronaria (Lychnis coronaria) è un'erbacea perenne originaria dell’Europa meridionale, dal portamento eretto e ben ramificato, in estate produce fiori di un colore davvero strabiliante: un rosso rubino molto acceso (ma esiste anche la varietà bianca).

Per stimolare la rifiorenza è bene tagliare il fiore appassito, che si adatta molto bene anche come fiore da taglio, resistendo parecchi giorni in un vasetto con acqua. In piena terra misura circa 60 cm di altezza ed è una pianta un po' scapigliata, adatta come punto focale nelle aiuole o intorno ad arbusti da foglia. Si trova come pianta perenne nei migliori vivai e garden center; si autorisemina molto facilmente (al punto da diventare anche infestante).

(di Marianna Merisi)

3 piante resistenti al sole dal mare alla montagna - Ultima modifica: 2020-08-10T07:06:53+02:00 da Redazione Passione In Verde