Il tosaerba elettrico e quello a batteria vanno puliti in autunno prima del loro ricovero invernale. Scopri come effettuare una pulizia corretta.

In questo post vediamo le operazioni specifiche del tosaerba elettrico e a batteria.

Advertisement

Le operazioni di fine stagione di manutenzione e pulizia del tosaerba si differenziano rispetto ai modelli di macchina. Nella I parte abbiamo visto le operazioni di pulizia su tutti i modelli, in particolare quelle della macchina a scoppio.

Tosaerba elettrico: come pulirlo

Sul toserba dotato di motore elettrico, le operazioni comuni anche ai modelli a scoppio comprendono la pulizia generale, il cambio d'olio, la lubrificazione delle ruote e l'affilatura delle lame.

Riguarda solo il tosaerba elettrico il controllo dell'integrità del cavo d'alimentazione, soprattutto nei punti di cerniera, cioè all'inserzione nel telaio e presso la spina. Se il cavo presenta tagli nella copertura o piegature anomale, rivolgetevi al rivenditore per farlo sostituire da parte del servizio di assistenza autorizzato. Non aggiustatelo da soli con lo scotch: è pericoloso!

La pulizia del tosaerba a batteria

Sui modelli a batteria effettuate le medesime operazioni appena descritte.

In più, togliete la batteria dall'alloggiamento e riponetela su di uno scaffale pulito e asciutto, coprendola con un foglio di giornale.

Robot tagliaerba: cosa fare prima del rimessaggio

Pulite il robot tagliaerba con uno straccio morbido inumidito e ammorbidite eventuali macchie resistenti o incrostazioni con due spruzzate di un prodotto per vetri.

Proteggendo le mani con guanti anti-taglio, smontate le lame, pulitele bene, affilatele con la lima, ungetele con un filo d’olio da macchina e rimontatele ben salde.

Smontate, pulite e oliate le ruote principali e, se è possibile, il ruotino anteriore direzionale che molti modelli possiedono.

Svuotate il serbatoio dell’olio; rimettetelo subito nuovo o attaccate un foglietto al tosaerba per ricordarvi di rimettere l’olio in primavera.

Riponete il serbatoio, coperto con un pezzo di stoffa pulito o con l’apposita custodia in plastica, in un luogo chiuso e asciutto. In giardino, se il perimetro d’azione è delimitato fuori terra con picchetti e cordino, gli elementi vanno smontati, puliti con uno straccio umido e riposti in una scatola accanto al robot, nell’attesa di rimetterli in opera in primavera. Durante l’inverno infatti, la neve o l’incuria potrebbero rovinarli.

Raserba elettrico o a batteria: cosa fare prima del ricovero invernale

Al termine di tutte le operazioni di manutenzione, il tosaerba va ricoverato in un luogo coperto e asciutto, lontano da fonti di calore (termosifoni e stufe) e da sacchi di concime e diserbanti, che contengono sostanze corrosive che potrebbero danneggiare le parti metalliche.

È preferibile coprirlo con un telo di plastica pesante ben fermato sotto il tosaerba, oppure con l’apposita custodia per tosaerba.

In questa occasione, l’apparecchio con manubrio pieghevole o addirittura con la possibilità di rimessaggio in verticale risulta molto utile, perché riduce lo spazio d’ingombro.

Per approfondire

PRATI ORNAMENTALI
Progettazione, realizzazione e manutenzione dei tappeti erbosi
PRATI ORNAMENTALI - Ultima modifica: 2018-11-05T10:56:40+01:00 da Claudia Notari
Tosaerba elettrico e a batteria: la pulizia prima del ricovero invernale - Ultima modifica: 2018-11-05T10:57:13+01:00 da Claudia Notari