Nerine bowdenii, bulbosa estiva facile da coltivare

La nerine fiorisce a fine estate. Non tollera il freddo e il bulbo va estratto in autunno e ripiantato in primavera, l'unica cura che chiede

Pianta con radice bulbosa, parente dell’amaryllis, la Nerine bowdenii forma a fine estate un bel cespo fiorito con corolle rosa o porpora; è utilizzata anche come pianta per fiori recisi. Fiorisce in estate e spesso è ancora bellissima in settembre-ottobre.

La nerine non è rustica e tollera parzialmente il freddo; non sopporta bene le forti piogge e il terreno umido. Va piantata all’aperto, in posizione soleggiata, su terreno sabbioso e ben drenato. Occorre annaffiare durante la crescita e togliere completamente l’acqua durante il periodo invernale (in zone fredde invece il bulbo va estratto, ripulito e conservato in cantina per ripiantarlo in maggio). Ha bisogno di poco concime, solo nel periodo di partenza della nuova vegetazione è utile fornire un po' di concime liquido per piante da fiore.

Facile moltiplicare la nerine utilizzando i bulbilli che si formano vicino alla radice: si staccano e si pongono in vasetti con terra mista a sabbia, da tenere sempre appena umida.

 

(A cura di Lorena Lombroso - Pubblicato su Giardinaggio 3/2012)

Nerine bowdenii, bulbosa estiva facile da coltivare - Ultima modifica: 2020-04-10T07:44:00+02:00 da Redazione Passione In Verde