fare il bagno al cane
Fare il bagno al cane deve essere un momento di relax anche per l'umano.
Advertisement
Fare il bagno al cane può essere una bellissima esperienza, stando attenti all'acqua e a rendere l'operazione una piccola festa
Le lamentele di proprietari che non riescono a lavare i loro cani ormai sono all'ordine del giorno: mi chiedo come sia possibile che la maggior parte dei cani odi fare il bagno tanto da lottare strenuamente nel tentativo di sottrarsi a questa orribile tortura.
Ascoltando attentamente i racconti dettagliati di alcuni proprietari l'arcano si svela: principalmente i fattori che rendono il bagno un momento drammatico per il cane sono due, il primo riguarda la temperatura dell'acqua e dell'ambiente in cui il cane viene lavato, il secondo è l'atteggiamento dei proprietari.

Quale acqua per il bagno

Così come noi esseri umani amiamo il getto dell'acqua nella doccia calda e fumante d'inverno e d'estate difficilmente ci laviamo con acqua ghiacciata, ma preferiamo una temperatura più mite e tiepida, anche i nostri amati quadrupedi hanno le medesime preferenze. Inoltre bisogna considerare che i cani hanno una temperatura corporea più alta della nostra e quindi avvertono maggiormente lo shock termico dell'acqua.
Troppo spesso sento dire che i cani vengono lavati in giardino con il tubo per annaffiare le piante, con acqua fredda... I cani scappano e i proprietari devono inseguirli e legarli, e nonostante questo i quattrozampe si dimenano nella speranza di evitare il getto di acqua fredda addosso. Questo non è assolutamente un buon modo per lavare qualsiasi cane, anche il più peloso e grande: tutti i cani necessitano di un ambiente gradevolmente tiepido e della giusta temperatura dell'acqua, calda d'inverno, tiepida d'estate, ne va della loro salute.

Un atteggiamento positivo

Oltre al fattore temperatura dell'acqua, l'atteggiamento con il quale ci approcciamo al cane per fargli il bagno è generalmente sbagliato: bisogna coinvolgere il cane in maniera propositiva, allegra, il bagno dovrebbe essere un momento piacevole, rilassante, senza forzature e costrizioni. Se ci approcciamo in questo modo, allora il cane si lascerà coinvolgere di buon grado in questa attività, ma se partiamo con un tono di voce tra l'ansioso e l'apprensivo non potremo mai pretendere che il cane sia felice di fare il bagno: cogliendo il tono di voce preoccupato si agiterà ancora prima di sapere che cosa lo aspetta.
Quindi, con serenità, prepariamoci al bagno come se ci stessimo preparando per una festa, e ricordiamoci di avere a portata di mano qualche boccone per premiare il cane durante il bagnetto. La gratificazione è fondamentale perché in questo modo gli diciamo che siamo orgogliosi di lui e che in fondo non c'è nulla da temere. Non forziamo mai la mano e procediamo per gradi, soprattutto all'inizio.
Oltre a controllare la temperatura dell'acqua prepariamo anche tutto l'occorrente per asciugare perfettamente il cane: per mantenerlo in perfetta salute è fondamentale asciugare accuratamente il cane dopo il bagno, dalla testa alla coda, con particolare attenzione soprattutto nella stagione fredda.

Doccia per cane e per uomo

Molto spesso per questioni di spazio si opta per lavare il cane in giardino o portarlo al lavaggio, ma oggi esistono valide soluzioni progettuali, pratiche, veloci e molto economiche per modificare la cabina doccia del bagno o creare appositi angoli lavaggio di design.
Utilizzando piatti doccia di ultima generazione, antiscivolo, a filo pavimento, possiamo creare facilmente spaziose e comodissime docce adatte sia per l'utilizzo umano sia per lavare il nostro fedele amico a quattro zampe nel perfetto comfort del bagno di casa.

Per approfondire

COMPAGNI DI VIAGGIO
Manuale di felice convivenza tra cani e umani
30737 - Ultima modifica: 2020-03-25T17:21:01+01:00 da Elena Tibiletti
Cane, come fargli il bagno - Ultima modifica: 2020-03-28T07:48:26+01:00 da Elena Tibiletti