betulla
La betulla dà il meglio in montagna, in gruppetti di 3-4 esemplari.
La betulla è un albero dal portamento svettante, dalla corteccia candida e dalle foglie belle dalla primavera all'autunno. Dà il meglio in montagna

Dà il suo meglio in alta quota, sopra gli 800 m sulle Alpi e i 1.000 m sull’Appennino la betulla (Betula alba o B. pendula), albero nordeuropeo elegante e leggero, che si distingue anche per la corteccia bianca e liscia, screziata di scuro e, verso fine mese, per il “manto dorato”, il fogliame che diventa color dell’oro appena prima di cadere.

La betulla raggiunge i 25 m d’altezza, per un diametro di 15 m, quindi richiede molto spazio in giardino. Offre una splendida scenografia se viene piantata in gruppi di tre-quattro esemplari a poca distanza uno dall’altro.

Tra le specie e varietà più interessanti, B. utilis ‘Jacquemontii’ è più piccola e la sua corteccia bianca si sfoglia con la crescita; B. a. ‘Purpurea’ ha crescita lenta, tronco candido e foglie color porpora; B. a. ‘Youngii’ ha invece rami piangenti che possono formare un cespuglio a piramide larga fino a terra, o un albero innestato a 2 m e poi ricadente, o alberelli innestati a 110 cm ideali in fioriere e giardini pensili di aree fredde.

Desidera infatti un clima fresco (resiste fino a –25 °C), anche ventoso, e un terreno acido, anche povero o sassoso (con le robuste radici è in grado di consolidare pendii e scarpate o suoli bruciati da incendi), meglio se leggermente umido ma con un discreto drenaggio. Solo nei primi anni dall’impianto occorre annaffiare durante i periodi più caldi dell’estate.

(Tratto da "Saper fare" - Pubblicato su Giardinaggio 10/2013)

Betulla, albero elegante per zone fredde - Ultima modifica: 2019-11-04T07:44:00+00:00 da Silviab