La buganvillea è una bellissima rampicante da coltivare in giardino nel Sud Italia e in vaso nel Nord. Ecco i consigli utili

Basta una sola pianta di buganvillea (Bougainvillea glabra) in fiore a portare l’atmosfera del Sud Italia, se non dei Tropici, perfino sulle Alpi, data l’allegria che regala. Essendo però una specie originaria di zone calde, richiede particolari cure invernali per sopravvivere nel Nord Italia. Si adatta splendidamente anche alla vita in contenitore, fornito di traliccio su cui arrampicarsi. Attenzione agli uncini, a volte molto dolorosi.

buganvillea varietà diverse
Una panoramica sui colori della buganvillea.

Com’è fatta la buganvillea

Originaria del Sud America, è una sarmentosa semi-sempreverde (perde le foglie in inverno nelle zone fresche), appartenente alla famiglia delle Nictaginacee. È caratterizzata da lunghi tralci legnosi (fino a 3 m), muniti di uncini alle ascelle delle foglie, che vanno indirizzati e legati sul tutore (traliccio, muro, gazebo, recinzione ecc.).

Presenta foglie cuoriformi color verde brillante (esiste anche una varietà screziata di bianco, più delicata).

buganvillea fiori bianchi
I veri fiori della buganvillea sono al centro delle brattee colorate.

I fiori appaiono, tra giugno e settembre, all’apice dei rami, che a volte, dopo una prima fioritura, riprendono a crescere per darne una seconda; i fiori sono quasi invisibili e di color bianco crema: ognuno di essi però è circondato da una foglia detta ‘brattea’, grande e coloratissima, a simulare un falso fiore con 3 petali, di colore viola-fucsia nella specie, rosse, arancio, gialle o bianche nelle varietà floricole.

Specie affini e varietà

La specie più nota è B. glabra, con le brattee di colore viola-fucsia brillante; è la più rustica e robusta (per pochi giorni resiste fino a –8 °C); annovera tra le varietà ‘Sanderiana’ con brattee porpora-ciclamino, ‘Cypheri’ porpora, la ‘Formosa’ malva chiaro e ‘Snow White’ bianche.

buganvillea varietà diverse
Le specie e varietà di buganvillea sono numerose.

L’ibrido naturale tra B. glabrae B. peruviana, B. x buttiana, non sopporta temperature inferiori a 7 °C; tra le cultivar, ‘Crimson Lake’ ha brattee rosso cremisi, ‘Killie Campbell’ rosso chiaro, ‘Brilliant’ scarlatte; ‘Madonna’ rosa lillacino, quasi bianco, ‘Crimson Jewel’ cremisi scuro e doppie, ‘Alba plena’ bianco candido, ‘Carmencita’ violacee, ‘Manila Magic Red’ rosse molto durature.

B. spectabilis comprende le varietà ‘Speciosa’, con brattee porpora-ciclamino, e ‘Lateritia’ da rosso ad arancio mattone.

Come coltivarla

  • Esposizione: in pieno sole, in un punto riparato dal vento. Nelle zone più calde è meglio schermare il piede dai raggi solari.

    buganvillea foglia variegata
    Buganvillea a foglia variegata.

  • Temperatura: a seconda delle varietà, 0-7 °C rappresentano il limite termico inferiore sopportabile, con punte inferiori se il terriccio è completamente asciutto e solo per pochi giorni. Non c’è limite alla calura. Sopporta i venti salmastri.
  • Precauzioni invernali/estive: in tutto il Nord Italia da ottobre ad aprile va ricoverata in una stanza fresca (8-18 °C) priva di correnti d’aria.
  • Vaso: in plastica o legno nel Nord, in plastica o terracotta nel Sud, di diametro 28 cm per una pianta alta 30 cm. Si rinvasa ogni anno in 1-2 misure in più finché è giovane, poi ogni 2-3 anni fino alle dimensioni massime raggiungibili, dopodiché si ricambia il terriccio superficiale.
  • Terra: ricca, per es. metà buona terra da giardino e metà humus. Ottimo drenaggio sul fondo del vaso. In giardino preferisce un terreno fertile e sciolto, con pH neutro; buon drenaggio sul fondo della buca.
  • Acqua: in vaso abbondante e regolare da maggio a settembre, ma solo su terriccio asciutto; media o scarsa nei restanti mesi, a seconda della temperatura a cui sverna. In piena terra abbondante e regolare nel primo anno dall’impianto durante la primavera-estate, poi regolare ma non abbondante in autunno-inverno; negli anni successivi non è necessario irrigare.
  • Concime: in vaso da aprile a settembre, ogni 15 giorni, con un prodotto liquido per piante fiorite nell’acqua d’irrigazione. In piena terra alla fine di marzo e in ottobre con un concime granulare per arbusti da giardino.
  • Potatura: in febbraio potate drasticamente i rami più deboli e accorciate di circa 1/3 i rami principali.

    buganvillea ad albero
    In Liguria, buganvillea di 40 anni allevata ad albero-rampicante.

  • Moltiplicazione: per talea di ramo dell’anno precedente in maggio-giugno.
  • Malattie e parassiti: colpiscono solo le piante in vaso. Le cocciniglie a scudetto possono attaccare le piante indebolite; il ragnetto rosso colpisce quando manca l’umidità, magari associata a carenza idrica; la caduta delle foglie al ricovero invernale è un fenomeno normale; la mosca bianca delle serre si manifesta d’inverno su esemplari conservati in ambiente troppo umido e caldo.
  • Tutori: nel terriccio del vaso deve essere infisso un traliccio sul quale far arrampicare la pianta, indirizzandovi i tralci e legandoli morbidamente con un laccio man mano che crescono. La salita su un supporto esterno fisso comporta che, se d’inverno il vaso va spostato in interni, i tralci vanno tagliati per staccare l’esemplare. In piena terra deve essere presente accanto alla pianta il supporto sul quale farla arrampicare, fissando, nei primi anni, i tralci nella direzione desiderata.

Per approfondire

PIANTE DA TERRAZZO E DA BALCONE
I consigli dell'esperto per terrazzi e balconi fioriti
32211 - Ultima modifica: 2020-06-10T17:18:41+02:00 da Elena Tibiletti
Buganvillea, la rampicante color viola-fucsia - Ultima modifica: 2020-06-23T08:07:10+02:00 da Elena Tibiletti