Il basilico in cucina non può mancare mai. Quindi è meglio coltivarlo direttamente sul davanzale, sul balcone, sul terrazzo o nell'orto, con poche, semplici cure

Soprattutto in Italia, pensare di cucinare senza il basilico è impossibile. Per fortuna questa pianta aromatica è facilissima da coltivare e, da marzo a ottobre, la si trova ovunque in vendita in vaso. Senza contare la possibilità di seminarla direttamente nell'orto...

E oltre che in cucina, il basilico si utilizza anche in erboristeria. Altri buoni motivi per coltivarlo!

Basilico: com’è fatto

Il basilico (Ocymum basilicum) appartiene alla famiglia delle Lamiacee (ex Labiate). È una pianta aromatica erbacea annuale, alta fino a 50 cm, con steli ramificati, e coppie opposte di foglie verdi (porpora nelle varietà), ovate e intere, più o meno grandi a seconda delle varietà (ne esistono una ventina). 

Fiorisce da maggio ad agosto con spighe di minuti fiori bianco-rosati.

Come coltivare il basilico

  • Si coltiva in tutta Italia, indifferentemente in vaso o in piena terra nell’orto.
  • Il contenitore deve essere di plastica del diametro di 12 cm per una singola pianta.
  • Desidera un terriccio fertile misto a sabbia.
  • La posizione deve essere in pieno sole ma riparata dai venti.
  • Le annaffiature devono essere abbondanti, ma aspettando che il terriccio sia quasi asciutto.
  • Il concime può servire solo per le piante in vaso, ogni 20 giorni.
  • Va sempre cimato, eliminando lo stelo fioraie appena si forma, in modo che piantina continui a produrre foglie per tutta la stagione.
  • Può essere seminato a partire da febbraio nelle regioni più miti; da aprile in poi può essere trapiantato in piena terra (dalla metà di maggio, se abitate al Nord), in posizione molto soleggiata e protetta, distanziando le piantine di almeno 20 cm.
  • Nell'orto si presta a consociazioni con pomodori e cetrioli.
  • Teme gli stress idrici, che afflosciano in poche ore la pianta in piena estate.

Basilico, come usarlo in cucina

È l’ingrediente indispensabile per il pesto, aromatico condimento per le trenette liguri. Ma qualche fogliolina vivacizza una salsa scipita, il minestrone, la frittata, l’insalata mista, l’insalata di pasta o la “caprese”.

Fornisce un bel color verde smeraldo all’olio, all’aceto e alla grappa.

Basilico contro gli insetti fastidiosi

Per allontanare le mosche, in estate ornate la casa con mazzetti di basilico sparsi nelle stanze, avendo cura di rinnovare l'acqua nel vaso e di sostituire i mazzolini una volta appassiti.

Se venite punti da zanzare o ragni, ponete una goccia di olio essenziale di basilico direttamente sul ponfo per attenuare il prurito, ripetete ogni due ore finché lo ritenete necessario.

Per saperne di più, ecco il video sulla coltivazione del basilico:

 

Basilico, la pianta aromatica più facile da coltivare - Ultima modifica: 2019-04-18T07:36:00+00:00 da Elena Tibiletti