Quando il GATTO è obeso

Come noi uomini, anche il gatto può trasformarsi da agile tigre in sonnolento cubo se mangia troppo e non fa moto. Ecco come farlo dimagrire dolcemente

Quanto deve pesare un gatto? Dipende da molte variabili: di norma le femmine pesano da 3 a 4,5 kg e i maschi da 4 a 5,5 kg; fanno eccezione le razze “giganti”, come il Norvegese delle Foreste e il Maine Coon che possono toccare i 6 kg per le femmine e gli 8-9 kg nei maschi, rientrando perfettamente nel loro peso standard.

Ne consegue che se il gatto è un normalissimo Europeo o Siamese o Persiano e pesa più di 5 kg, con tutta probabilità è in sovrappeso; se supera i 7 kg è decisamente obeso, grasso. Soffre cioè della stessa patologia che affligge anche noi umani e, probabilmente, siamo proprio noi la causa dell’aumento di peso.

Le cause di obesità nel gatto

Micio infatti è un maestro a pietire piccole golosità miagolando a squarciagola, quasi fosse digiuno da secoli: e così ci inteneriamo e gli diamo la manciata di crocchette piuttosto che l’intera scatoletta in più, quando non – addirittura – scaglie di grana, strisce di mozzarella, fettine di prosciutto o di salame, tonno o sgombro sott’olio, bocconcini di ragù o riccioli di burro, e perfino panna, biscotti, torta e panettone, in un’escalation di nocività.

Sembra che, in Italia, almeno un gatto su quattro sia già obeso, superando del 15% il peso ideale: come per noi uomini, anche per loro aumenta il rischio di danni alla salute e si riduce l’aspettativa di vita, esponendoli a malattie come diabete e infarto, disturbi gastrici o renali, problemi osteoscheletrici.

Naturalmente, più aumenta la ciccia e meno il gatto si muove; meno si muove e più si annoia; più si annoia e più sfoga la frustrazione attraverso la richiesta di cibo; più mangia e più ingrassa; e via a ricominciare il giro in un continuo circolo vizioso. Che va interrotto.

La dieta dimagrante per il gatto obeso

Per far dimagrire il gatto si deve partire proprio dal cibo e solo quando avrà perso 1-2 kg si passerà all’esercizio fisico semi-intensivo: fare viceversa potrebbe comportare improvvisi e gravi problemi fisici.

Per prima cosa, scegliete alimenti light: tutte le migliori marche hanno cibi umidi e crocchette in versione alleggerita proprio per gatti in sovrappeso. Rispettate i dosaggi indicati in etichetta o dal vostro veterinario e frazionate la quantità quotidiana in almeno 6 piccoli pasti, che stimolano il metabolismo.

Miscelate a questi alimenti preconfezionati piccole quantità di cibi sazianti a basso contenuto calorico: un cucchiaino di crusca fine, 50 g di polmone ben cotto, 20 g di carote fresche grattugiate (astringenti) o cotte e schiacciate (lassative), 40 g di zucchine lesse e schiacciate (lassative), 20 g di patate con la buccia lesse e schiacciate (dosi per un giorno).

Per stimolare il metabolismo, aggiungete a ogni pasto anche una punta di cucchiaino di alga Fucus in polvere.

Movimento per il gatto obeso

Perso il primo mezzo chilo, stimolate la fantasia di Micio con il gioco sul posto: tre volte al giorno, prima dei pasti, sventolategli sul naso uno di quei giochini legati con un filo a una canna manovrabile da voi. Non fatelo ancora correre e saltare, ma inducetelo a muovere almeno le zampe anteriori per acciuffare il gioco. Le corse saranno permesse una volta persi almeno 2 kg.

Nel frattempo, acquistate una di quelle palline forate che, rotolando, lasciano fuoriuscire i croccantini: inserite 7-8 crocchette light e regolate l’uscita su un grado dapprima medio per abituare Micio al premio e poi ridotto, per far sì che debba muoversi a lungo per appagare la gola. Naturalmente anche queste crocchette fanno parte del bilancio calorico giornaliero…

Quando il gatto avrà perso 2 kg, passate al lancio della canna da pesca per indurlo a correre, oppure a palline e giochi che rotolino sul pavimento, al tunnel di stoffa e a quant’altro vi venga in mente per fargli fare movimento, che dovrà diventare una costante nella sua vita.

Per approfondire

25051 - Ultima modifica: 2019-02-11T15:31:51+00:00 da Claudia Notari
UN MENÙ DA GATTI
Manuale di ALIMENTAZIONE CASALINGA
25049 - Ultima modifica: 2019-02-11T15:29:26+00:00 da Claudia Notari
25048 - Ultima modifica: 2019-02-11T15:28:31+00:00 da Claudia Notari
25046 - Ultima modifica: 2019-02-11T15:26:11+00:00 da Claudia Notari
Quando il GATTO è obeso - Ultima modifica: 2019-02-11T15:32:29+00:00 da Elena Tibiletti