2013/06/potatura_rose_moderne_90df172d.JPG
La potatura delle rose dai fiori sfioriti si fa circa in giugno.
All'incirca in giugno bisogna potare le rose che hanno terminato la fioritura: sicuramente le Tea, ma anche le rose non rifiorenti che non producono bacche decorative

La potatura delle rose è un’operazione fondamentale, da eseguire nei modi e nei tempi giusti. Quando è quindi il momento giusto? Quali le accortezze da osservare? La potatura principale va effettuata quando la pianta è in riposo, quindi nel periodo autunnale.

Quanto appena detto è vero per tutti i tipi di rose, ma alcune varietà hanno bisogno di un secondo intervento: le rose moderne rifiorenti, infatti, vanno potate anche al termine del primo ciclo di fioritura, all'incirca in giugno. Questo permetterà alla pianta di avere più forza e di concentrare le energie sui rami rimasti e fiorire più abbondantemente verso il termine dell’estate.

Come potare le rose

Prima di iniziare qualsiasi operazione, ricordatevi sempre di sterilizzare le forbici: una delle possibili alternative è quella di immergere tutto l'attrezzo in una soluzione di acqua e sali quaternari di ammonio, in grado di eliminare eventuali funghi e batteri che potrebbero intaccare la pianta. Altrimenti vanno bene la candeggina o l'alcool denaturato.

Poi potete procedere alla potatura vera e propria: come prima operazione eliminate gli steli sfioriti, andando a recidere con tagli netti e obliqui appena sopra una gemma. Questo aiuterà a prevenire l’insorgere di malattie ma anche alla penetrazione eccessiva d’acqua in caso di pioggia.

Una volta eliminati tutti gli steli non più utili, continuate scegliendo i rami in base alla forma generale della pianta; osservandola potrete individuare quelli più storti o tendenti a rovinare l’armonia di una crescita omogenea. Generalmente è preferibile dare una sorta di rotondità alla pianta. Oltre ai rami sfioriti, infatti, è necessario eliminare anche alcuni di quelli più interni. Nel farlo, dovrete eliminarli alla base. Quest’accortezza farà penetrare la luce anche verso il centro.

Al termine della potatura potrete anche aggiungere del concime, il quale stimolerà ancora di più la fioritura.
Altrettanto importante è la difesa dalle malattie: in questo momento può essere utile proteggere le piante dalle malattie più comuni con i sali di rame.

Ecco il nostro video tutorial che vi spiegherà come fare:

 

Per approfondire

26431 - Ultima modifica: 2019-04-16T20:23:48+00:00 da Elena Tibiletti
Potare le rose dopo la sfioritura: come fare - Ultima modifica: 2019-04-25T08:08:56+00:00 da Redazione Passione In Verde