criceto
Il criceto necessita di grandi spazi e vive di notte.
Il criceto in natura si muove in grandi spazi e solamente di notte, in solitaria. Sicuri che sia ideale come animaletto domestico?
Solitamente le persone che acquistano un animale, soprattutto se si tratta di animali di piccola taglia (come il criceto) che vengono venduti in gabbiette o teche, li considerano già accessoriati di tutto il necessario per vivere una vita felice e ricca di stimoli come fossero in natura.
Nessuno si pone la domanda di come dovrebbero in realtà vivere, di cosa necessitino per sopravvivere e sopratutto di quanto spazio abbiano realmente bisogno; è facile pensare ingenuamente che se vengono venduti in una piccola gabbia abbiano realmente bisogno di un piccolo spazio, ma non è affatto così.

Errori di ambientazione

Il criceto è l'esempio emblematico di questo ragionamento comune. Viene venduto in una gabbietta, quindi il pensiero comune è che necessiti di quello spazio per vivere, che gli basti una ruota per fare movimento e un po' di ovatta per ricreare una sorta di nido, un beverino all'angolo della gabbietta e una ciotolina riempita di semini, e il criceto abbia così tutti i comfort a sua disposizione.
Questo invece è il modo migliore per far deprimere un criceto, essere sicuri che si ammali e che la sua sia una vita di maltrattamenti.

Come vive il criceto in natura

Gli animali in natura vivono in modo spesso diametralmente opposto da come vengono presentati in un negozio di animali. Il criceto è un piccolo animaletto iperattivo, passa le sue nottate a cercare cibo che porta nella tana scavata con estrema maestria nel terreno, un lavoro architettonico di una certa importanza se si pensa alle sue dimensioni.
Va avanti e indietro dalla tana per rimpinzarla di semini, lavora intensamente durante tutta la notte perché i criceti sono animali notturni e già per questo motivo non dovrebbero essere commercializzati come animali da compagnia, o almeno bisognerebbe informare gli acquirenti di questo particolare non da poco, altrimenti si avrà l'amara sorpresa di aver acquistato un animaletto che durante il giorno, quando vorremmo interagire con lui, resterà rintanato nella sua tana e di notte, quando invece noi vorremmo dormire, sarà iperattivo e la sua unica attività sarà correre ossessivamente in una ruota che magari produce anche un fastidioso rumore.

L'ambiente per il criceto

Il criceto è un animale che necessita di spazio, di tanto spazio, per muoversi, correre e assecondare il suo istinto di foraggere, necessita di tanto spazio anche per costruire la sua tana, che deve essere di dimensioni notevoli perché deve accogliere le sue scorte di cibo.
Il criceto in natura è un animale che nella stagione fredda va in letargo, cosa che in appartamento non succede a causa della temperatura costante e già questo fattore non è salutare per i suoi ritmi di vita.
Oltre a essere un eccellente foraggere, il criceto se pur in minima parte è un piccolo cacciatore, nella sua dieta c'è una piccola percentuale di proteine animali, quindi in natura si diletta nella caccia di insetti, piccole rane, lucertoline e giovani serpenti, tutte prede che richiedono una certa attività e grande movimento.
Conoscendo meglio le sue caratteristiche si evince che una gabbietta di pochi centimetri non è certo l'habitat ideale per vivere una vita intera al suo interno, in più bisogna fare anche i conti con il suo carattere e le sue abitudini: oltre a essere un animale notturno, è anche un grandissimo solitario. Il criceto non è affatto un animale da branco, ama la solitudine, vive benissimo da solo con le sue attività e anche per questo motivo non è sicuramente il miglior compagno che si possa scegliere come animale domestico.
L’habitat del criceto: quale ambiente dare al roditore - Ultima modifica: 2020-01-21T08:32:12+01:00 da Elena Tibiletti