foglie variegate phormium
Il Phormium ha foglie facilmente variegate.
Advertisement
In natura le foglie non sono variegate, ma sono cause naturali quelle che producono le variegature. Ecco le piante più belle a fogliame variegato

Causata da vari fattori, talvolta ambientali o colturali, ma principalmente connessi a un’interferenza genetica nella produzione di clorofilla, la variegatura è un fenomeno da ricercarsi prevalentemente nei fogliami.

Variegate a causa dei pigmenti

Le striature nel fogliame sono causate dalla presenza o assenza del pigmento verde, la clorofilla, la cui concentrazione determina anche la sfumatura del colore.
Se la clorofilla è assente, la colorazione bianca sostituisce quella verde.
Se la clorofilla è presente ma non è correttamente formata, produce colorazioni gialle.
Se la clorofilla è nascosta da altri pigmenti (antocianine), il fogliame assume striature rosse o arancio.
Nonostante la bellezza della variegatura, la mancanza di clorofilla, responsabile della fotosintesi, ha lo svantaggio di detrarre vigore dalla pianta rispetto a esemplari completamente verdi.
Buona parte delle piante variegate richiede anche maggiore protezione dai rigori invernali.

Variegate per cause genetiche

La presenza di geni particolari, detti trasposoni, è una delle cause biologiche dei ‘disegni’ nel fogliame e nei fiori. I trasposoni sono in grado di muoversi liberamente all’interno dei cromosomi delle piante. Occasionalmente si trasferiscono in un gene disturbandone la struttura e rendendolo inattivo.
Se si spostano nuovamente, possono ripristinare la struttura del gene occupato con un processo biologico che talvolta è preciso e ne permette il normale funzionamento, mentre in altri casi il gene rimane danneggiato e inattivo.
Il movimento dei trasposoni è quindi responsabile dell’attivazione o disattivazione dei geni e quando interessa quelli attinenti al colore del fogliame può dare luogo a esemplari con macchie, variegature o arabeschi ornamentali.
Molte piante variegate, soprattutto tra le specie arbustive o arboree con colorazione centrale piuttosto che ai margini (come Elaeagnus ebbingei ‘Limelight’), tendono di tanto in tanto a produrre foglie o interi rami completamente verdi, da rimuovere appena li notate.

Variegate per colpa di virus

I virus normalmente causano sintomi gravi nelle piante, per esempio ingiallimento o deformazione delle foglie, crescita stentata o la morte dell’esemplare. Altri hanno scarso impatto sullo sviluppo e causano effetti di poco rilievo, altri ancora producono disegni ornamentali nei fiori e nel fogliame senza incidere troppo sul vigore della pianta.
Esistono molti tipi di virus e un gran numero di piante è suscettibile a infezione, ma i virus individuali sono limitati nel numero di specie che possono attaccare.
I virus vengono trasmessi da una pianta all’altra in vari modi, sia per mezzo di agenti esterni, come afidi o microscopici parassiti nel terreno, oppure tramite contatto diretto tra esemplari o addirittura nel seme, che ne assicura il passaggio dall’adulto alle nuove piantine.

Le specie variegate e maculate più affidabili

Legenda variegatura o maculatura: g=gialla; c=crema; b=bianca; r=rossa/arancio/rosa.

Arbusti

Aucuba japonica ‘Crotonifolia' (g)

Buxus sempervirens ‘Elegantissima’ (c)

Cordyline ‘Torbay Dazzler’ (c)

C. ’Southern Splendor’ (r)

C. ‘Pink Passion’ (r)

Daphne odora ‘Aureomarginata’ (g)

Elaeagnus ebbingei ‘Gilt Edge’ (g)

E. e. ‘Limelight’ (g)

E. pungens ‘Maculata’ (g)

Euonymus fortunei ‘Silver Queen’ (b)

E. f. ‘Emerald Gaiety’ (b)

E. f. ‘Emerald ‘n Gold’ (g)

E. japonicus ‘Ovatus Aureus’ (g)

E. j. ‘Latifolius Albomarginatus’ (b)

E. ‘Microphyllus Variegatus’ (b)

Hebe x franciscana ‘Variegata’ (c)

Griselinia littoralis ‘Variegata’ (g)

Fatsia japonica ‘Variegata’ (b)

Ilex aquifolium ‘Argenteomarginata’ (b)

I. a. ‘Golden King’ (g)

I. a. ‘Ferox Argentea’ (b)

I. a. ‘Golden Van Thol’ (g)

I. a. ‘Silver Queen’ (c)

I. a. ‘Golden Milkboy’ (g)

Leucothoe ‘Zeblid’ (r)

Osmanthus heterophyllus ‘Variegatus’ (b)

Pieris japonica ‘Variegata’ (bc)

Phormium tenax ‘Variegatum’ (g)

P. t. ‘Jester’ (r)

P. ‘Yellow Wave’ (g)

P. x cookianum ibridi (r, c)

Pier is japonica ‘Little Heath’

(b)

Pittosporum tenuifolium

‘Irene Paterson’ (b, c)

P. tenuifolim ‘Silver Queen’ (b, c)

P. tobira ‘Variegatum’ (b)

Prunus laurocerasus ‘Castlewellan’ (b)

P. l. ‘Marbled White’ (b)

Rhamnus alaternus

‘Argenteovariegata’ (b)

Viburnum tinus ‘Variegatum’ (c)

Vinca minor ‘Variegata’ (b)

Yucca filamentosa ‘Color Guard’ (g)

Y. gloriosa ‘Variegata’ (g)

Rampicanti

Euonymus fortunei ‘Silver Queen’ (b)

E. f. ‘Emerald Gaiety’ (b)

E. f. ‘Emerald ‘n Gold’ (g)

Hedera colchica ‘Sulphur Heart’ (g)

Hedera helix ibridi (g, b, c)

Hedera ‘Oro di Bogliasco’ (g)

Foglie variegate: perché sono così? - Ultima modifica: 2020-08-07T07:27:53+02:00 da Redazione Passione In Verde