Cipressi Cupressus sempervirens, come distinguerli

    Domanda

    L’anno scorso ho messo a dimora dei cipressi Cupressus sempervirens di cui alcuni mantengono un portamento longilineo mentre i rami degli altri tendono a distanziarsi dal tronco. Sono cipressi della stessa varietà? In quanto piantati lungo un muro di recinzione, vorrei sapere se gli esemplari con rami larghi raggiungeranno in futuro un diametro molto largo oppure crescendo assumeranno una forma “a candela”?

    Risposta

    La foto non è, diciamo così, molto esaustiva, tuttavia consente di capire che i diversi esemplari di cipresso messi a dimora appartengono a cloni diversi: del cipresso Cupressus sempervirens sono infatti stati selezionati numerosissimi cloni, principalmente in base al portamento (ma anche alla resistenza a malattie).
    Esistono cioè a un estremo cloni strettamente affusolati (colonnari) , come l’esemplare a sinistra nella foto, e all’estremo opposto i cosiddetti cipressi “femmina” a portamento allargato; in mezzo ci sono molti cloni con dimensioni intermedie, come il cipresso al centro e quello che s’intravvede a destra nella foto.

    I cipressi appartenenti ai cloni allargati cresceranno ovviamente anche il larghezza, autolimitandosi nel momento in cui incontrano un ostacolo, ossia le piante accanto al muro. Di sicuro non assumeranno una forma affusolata.

    Cipressi Cupressus sempervirens, come distinguerli
    - Ultima modifica: 2020-08-26T10:19:04+02:00
    da Barbara Gamberini
    Cipressi Cupressus sempervirens, come distinguerli - Ultima modifica: 2020-08-26T10:19:04+02:00 da Barbara Gamberini