ortensie hydrangea serrata
Non solo Hydrangea macrophylla: c'è anche la serrata...
Le ortensie, intese come la classica macrophylla ma anche come altre specie interessanti, chiedono poco e danno tantissimo per decenni

Ultimamente le ortensie hanno conosciuto un momento di successo, specie nella commercializzazione in vaso. Come nelle grandi famiglie però, dove chi acquista grande fama fa passare in secondo piano i fratelli o le sorelle che siano, lo stesso è capitato alle ortensie: l’Hydrangea macrophylla che spesso ci regalano, dai grandi fiori rosa o azzurri, ha cugine di inaspettata bellezza, che nemmeno conosciamo, come la H. paniculata dai lunghi grappoli di fiori bianco-cerulei, la H. quercifolia che adoro in autunno perché le sue foglie si tingono di porpora-granata, e la H. petiolaris, un curiosa ortensia… dal portamento decisamente rampicante e, per questo, spesso confusa con la Schizophragma!

I fiori delle ortensie

Lo sapevate? I fiori sono di due tipologie: su ogni pianta troviamo quelli fertili e quelli sterili. Ma è soprattutto a questi ultimi che devono la loro bellezza. Riuniti in pannocchie o infiorescenze tondeggianti, sono davvero affascinanti quando si seccano al sole e poi… quelli bianchi tendono ad arrossarsi: perfetti per comporre grandi mazzi invernali per decorare la casa.

Ortensie macrophylla

L’ortensia macrophylla è la regina incontrastata; raggiunge comodamente il metro e mezzo, ma anche più se trova le condizioni ottimali di umidità-suolo. In estate, ci regala una gran quantità di fiori “a palla” rosa, bianchi o azzurri. Cambiare colore è possibile, il rosa infatti diventa azzurro se la coltiviamo in terra a pH molto acido e se forniamo regolarmente chelati di ferro e sali di alluminio. Sì, perché lei non vuole proprio saperne di terreni calcarei e assolati! Teniamolo bene a mente, quando decidiamo di portarcela a casa…

Ortensie paniculata

Molto più rustica è la paniculata Grandiflora” con pannocchie (appunto) lunghe sino a 35 cm. I fiori dapprima bianchi, divengono rosa a fine fioritura. Molto decorativa, potete piantarla eccezionalmente (avete capito bene!) in pieno sole. Vi consiglio di valorizzare il suo portamento eretto collocandola vicino a un muro o in un grande vaso sul terrazzo. Potatela severamente però, a fine inverno, mi raccomando.

La H. arborescens “Annabelle” è romantica a più non posso, al di sotto delle Magnolia grandiflora dà un tocco d’altri tempi. Molto rustica, coltivatela alla stregua di una paniculata.

Ortensie rampicanti

E se adorate le ortensie ma avete solo un piccolo giardino all’ombra, quella che sale verso il cielo fa per voi. L’ortensia rampicante (H. petiolaris) è munita di radici avventizie con le quali si salda ai muri e non solo. La definirei “un ricamo leggero”: esposta a nord dà il meglio di sé. I fiori appaiono in giugno e sono larghi sino a 30 cm.

Raffinate, elegantissime e stupende… Trovate un angolo per loro nel vostro giardino o balcone: vi posso garantire che vi saranno fedeli per anni!

Le ortensie: arbusti fantastici e fedeli a lungo - Ultima modifica: 2021-08-06T07:40:55+02:00 da Elena Tibiletti